Canale di invio e ricezione
accreditato SdI.
Sistema di Interscambi
Telefono
+39.06-40402261

Tonnage Tax

Imposta sul tonnellaggio

Dizionario di contabilità

A
Abbuono
Acconto IVA
Acquisto
AgID
Ammortamento
Analisi di bilancio
Anno fiscale
Anticipo fatture
AssoSoftware
Archiviazione elettronica
ARERA
Asset Turnover
ATECO
Attività
Autofattura
Azienda
Azione
B
B2B
B2B2C
B2C
B2G
B2X
Bilancio di esercizio
Bilancio di previsione
Bilancino
Break even point
Brevetto
Budget vs Actual
Business Angel
Business plan
C
Canali telematici
Capitale circolante
Capitale sociale
Cash flow
Carta di credito
CNS
Cassetto fiscale
Centro di costo
Cessionario e committente
Cespite
Codice di attività
Codici CIG e CUP
Codici fattura elettronica
Codice destinatario
Codice fiscale
CONAI
Conferma dell'ordine
Conservazione sostitutiva
Contabilità
Conto corrente
Conto economico
Contributo previdenziale
Cooperativa
Costo medio ponderato
Credito
Credito d'imposta
Crowdfunding
D
Data di emissione
Data di scadenza
Debito
Dichiarazione IVA
Disinvestimento
Ditta individuale
Dividendo
DDT
Drop shipping
DUNS
DURC
E
E-commerce
E-fattura
elDAS
ENASARCO
Entratel
Esenzione fiscale
Esenzione IVA
Esterometro
F
Factoring
Fattura
Fattura accompagnatoria
Fattura di cortesia
Fattura differita
Fattura elettronica
Fattura omaggio
Fattura PA
Fattura proforma
Fatture e Corrispettivi
FEA
FIFO
Firma digitaleE
Fisco online
Franchising
G
Gig economy
Goodwill
Gestione separata INPS
I
IBAN
Imponibile
Imposta
Incubatore d'impresa
Indice di indebitamento
INARCASSA
Inflazione
Insolvenza
Interesse
IRAP
IRES
IRPEF
ISA
IVA
J
Joint venture
L
LEI
Lettore carte di credito
Libro giornale
Libro maestro
LIFO
Liquidazione IVA
Lotteria scontrini
M
Marca da bollo
Micro impresa
Mission
Modalità di pagamento
Model canvas
Modello di fattura in Excel
Modello di fattura in Word
Modello INTRASTAT
Modello UNICO
N
NACE
Natura IVA
Nota di credito
Nota spese
Numero fattura
Numero REA
O
OCR
OIC
Open innovation
OTP
P
P2B
Parcella
Partita doppia
Partita IVA
Passività
Patent box
Patrimonio netto
PEC
Perdita
Prestazione occasionale
Preventivo fiscale
Principio di cassa
Principio di competenza
Q
QR code
R
Regione sociale
Rappresentante fiscale
Ravvedimento operoso
Regime fiscale semplificato
Regime forfettario
Regime IVA per cassa
Regime IOSS
Regime MOSS
Regime ordinario
Registro dei corrispettivi
Registro IVA
Reverse charge
Ricevuta fiscale
Riconciliazione bancaria
Rimborso IVA
Rimessa diretta
Ritenuta d'acconto
Ritenuta previdenziale
Rivalsa
ROA
S
SCIA
Sconto
Scontrino telematico
Scorporo IVA
Sezionale fattura
SdI (Sistema di Interscambio)
Società di diritto
Sollecito
Sostituto d'imposta
Spesometro
Split payment
S.r.l.
S.r.l.s.
Start up
Stato patrimoniale
Storno fattura
Studi di settore
Surcharge
SWIFT e BIC
T
Tasso di cambio
Tonnage tax
V
Valuta
Venture capital
VIES
Vision
Volume d'affari
X
XML
Fattura elettronica

Prova Fattura24

GRATIS

per 30 giorni

CLICCA QUI

La tonnage tax (imposta sul tonnellaggio) è un meccanismo di tassazione opzionale forfettaria del reddito imponibile applicato alle compagnie di marittime di navigazione costituite come S.p.A. (Società per Azioni), S.a.p.A. (Società in accomandita per Azioni), S.r.l. (Società a responsabilità limitata), Soc. Coop. (Società Cooperative), Società in mutua assicurazione, S.n.c. (Società in nome collettivo) e S.a.s. (Società in accomandita semplice) residenti nel territorio dello Stato italiano.

 

L’obbiettivo della tonnage tax è la riduzione delle asimmetrie fiscali tra la flotta italiana e quelle europee, per questo viene calcolata sulla determinazione del regime fiscale considerare il tonnellaggio e l’anzianità della flotta navale

 

La valutazione viene fatta sull’intera flotta gestita dallo stesso gruppo di imprese (art. 2359 cc); la determinazione a forfait viene fatta alle navi:

  • iscrizione al Registro Internazionale;
  • con tonnellaggio superiore alle 100 tonnellate di stazza netta;
  • sono di proprietà e armate dalla società per cui operano;
  • destinate all’attività del trasporto merci, del trasporto passeggeri, del soccorso in mare, del rimorchio in mare, del trasporto e della posa in opera di impianti offshore e dell’assistenza marittima in alto mare.

 

Rientrano anche le società non residenti in Italia ma che hanno una stabile organizzazione, sempre, in Italia.

 

Ricordiamo che la tonnage tax non è compatibile con il regime opzionale del consolidato nazionale o mondiale perché entrambi si determinano del reddito imponibile ai fini IRES.

 

La Grecia è stato il primo paese ad introdurla nel 1957; ad oggi l’imposta sul tonnellaggio è applicata in molti altri paesi,

 

Aderire al regime

Il Dl n. 175/2014, specifica che l’adesione al regime della tonnage tax dovrà essere comunicata all’Agenzia delle Entrate al quando si deve presentare la dichiarazioni dei redditi e dell’Irap dell’esercizio di imposta.

 

Il modello Comunicazioni per i regimi di Tonnage tax, Consolidato, Trasparenza e per l’opzione Irap (clicca qui) va presentato dalla Società:

  • controllante: entro 3 mesi dall’evento che ha determinato la variazione del gruppo in regime di tonnage tax;
  • consolidante: entro 30 giorni:
    • dal verificarsi dell’evento che ha determinato l’interruzione della tassazione di gruppo;
    • dal termine di presentazione della dichiarazione dell’ultimo periodo di imposta del triennio, in caso di mancato rinnovo dell’opzione per il regime di Consolidato;
    • dalla risposta all’interpello del contribuente per la continuazione del regime di Consolidato, in caso di conferma dell’opzione;
  • partecipata:
    • entro 30 giorni dall’evento che ha determinato la perdita di efficacia dell’opzione per il regime di Trasparenza fiscale;
    • entro il periodo d’imposta da cui decorrono gli effetti fiscali dell’operazione straordinaria, in caso di conferma dell’opzione per il regime di Trasparenza fiscale.

 

È possibile aderire entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale (art. 5 del D.lgs. n. 446/97).

 

Come si calcola

L’imposta per l’applicazione della tassazione viene determinata dalla stazza netta dell’intera flotta di navi in ​​esercizio o in uso da parte di una società.

 

Questo metodo di calcolo permette di pagare molto meno rispetto ad una imposta ordinaria sulle società; l’imposta sul tonnellaggio risulta una delle principali sovvenzioni marittime.

 

La tassazione si basa sul tonnellaggio netto; è una variabile internazionale utilizzata da organismi di certificazione indipendenti che determinano la capacità di trasporto delle navi.

 

Poiché l’imposta percepita è indipendente dal volume di materiale trasportato e dal risultato operativo di una compagnia di navigazione, è meno complessa da gestire per il fisco e le compagnie di navigazione.

 

Il reddito si calcola sulla base di un importo fisso giornaliero applicando i seguenti quattro coefficienti:

  1. sotto le 1.000 tonnellate di stazza netta: 0,0090 € per tonnellata;
  2. tra le 1.001 e le 10.000 tonnellate di stazza netta: 0,0070 € per tonnellata;
  3. tra le 10.001 e le 25.000 tonnellate di stazza netta: 0,0040 € per tonnellata;
  4. sopra le 25.001 tonnellate di stazza netta: 0,0020 € per tonnellata.

 

L’applicazione permette di ricavare l’importo giornaliero del reddito e, successivamente, moltiplicarlo per i giorni di utilizzo della nave.

 

Vanno aggiunte le plusvalenze derivati dalla cessione a titolo oneroso di una o più navi già in proprietà dell’utilizzatore in un periodo d’imposta precedente a quello di prima applicazione del regime.

 

La plusvalenza fiscale è data dal minore importo tra la plusvalenza latente lorda e la plusvalenza realizzata al momento della cessione.

 

Durata della tonnage tax

Ha durata fissa di 10 esercizi, al termine si rinnova tacitamente per altri 10 anni; è possibile effettuare una revoca dal regime.

 

Non è possibile applicare differenti regimi in un gruppo di società controllate; l’opzione ha effetto anche nei confronti del controllata che non aderisce o della controllata che in passata aveva aderito e che al momento della richiesta era tornata al normale regime.

 

La comunicazione deve essere presentata dalla controllante all’Amministrazione finanziaria in via telematica entro tre mesi dall’adesione.

 

Stai cercando i significati di altri termini? Clicca qui.

A
Abbuono
Acconto IVA
Acquisto
AgID
Ammortamento
Analisi di bilancio
Anno fiscale
Anticipo fatture
AssoSoftware
Archiviazione elettronica
ARERA
Asset Turnover
ATECO
Attività
Autofattura
Azienda
Azione
B
B2B
B2B2C
B2C
B2G
B2X
Bilancio di esercizio
Bilancio di previsione
Bilancino
Break even point
Brevetto
Budget vs Actual
Business Angel
Business plan
C
Canali telematici
Capitale circolante
Capitale sociale
Cash flow
Carta di credito
CNS
Cassetto fiscale
Centro di costo
Cessionario e committente
Cespite
Codice di attività
Codici CIG e CUP
Codici fattura elettronica
Codice destinatario
Codice fiscale
CONAI
Conferma dell'ordine
Conservazione sostitutiva
Contabilità
Conto corrente
Conto economico
Contributo previdenziale
Cooperativa
Costo medio ponderato
Credito
Credito d'imposta
Crowdfunding
D
Data di emissione
Data di scadenza
Debito
Dichiarazione IVA
Disinvestimento
Ditta individuale
Dividendo
DDT
Drop shipping
DUNS
DURC
E
E-commerce
E-fattura
elDAS
ENASARCO
Entratel
Esenzione fiscale
Esenzione IVA
Esterometro
F
Factoring
Fattura
Fattura accompagnatoria
Fattura di cortesia
Fattura differita
Fattura elettronica
Fattura omaggio
Fattura PA
Fattura proforma
Fatture e Corrispettivi
FEA
FIFO
Firma digitaleE
Fisco online
Franchising
G
Gig economy
Goodwill
Gestione separata INPS
I
IBAN
Imponibile
Imposta
Incubatore d'impresa
Indice di indebitamento
INARCASSA
Inflazione
Insolvenza
Interesse
IRAP
IRES
IRPEF
ISA
IVA
J
Joint venture
L
LEI
Lettore carte di credito
Libro giornale
Libro maestro
LIFO
Liquidazione IVA
Lotteria scontrini
M
Marca da bollo
Micro impresa
Mission
Modalità di pagamento
Model canvas
Modello di fattura in Excel
Modello di fattura in Word
Modello INTRASTAT
Modello UNICO
N
NACE
Natura IVA
Nota di credito
Nota spese
Numero fattura
Numero REA
O
OCR
OIC
Open innovation
OTP
P
P2B
Parcella
Partita doppia
Partita IVA
Passività
Patent box
Patrimonio netto
PEC
Perdita
Prestazione occasionale
Preventivo fiscale
Principio di cassa
Principio di competenza
Q
QR code
R
Regione sociale
Rappresentante fiscale
Ravvedimento operoso
Regime fiscale semplificato
Regime forfettario
Regime IVA per cassa
Regime IOSS
Regime MOSS
Regime ordinario
Registro dei corrispettivi
Registro IVA
Reverse charge
Ricevuta fiscale
Riconciliazione bancaria
Rimborso IVA
Rimessa diretta
Ritenuta d'acconto
Ritenuta previdenziale
Rivalsa
ROA
S
SCIA
Sconto
Scontrino telematico
Scorporo IVA
Sezionale fattura
SdI (Sistema di Interscambio)
Società di diritto
Sollecito
Sostituto d'imposta
Spesometro
Split payment
S.r.l.
S.r.l.s.
Start up
Stato patrimoniale
Storno fattura
Studi di settore
Surcharge
SWIFT e BIC
T
Tasso di cambio
Tonnage tax
V
Valuta
Venture capital
VIES
Vision
Volume d'affari
X
XML
Fattura elettronica

Prova Fattura24

GRATIS

per 30 giorni

CLICCA QUI