Passa al contenuto principale

Che cos'è l'analisi di mercato?

L'analisi di mercato è una valutazione relativa alla quantità e alla qualità di un mercato specifico; tramite una corretta analisi, è possibile definire i volumi e i valori del mercato di riferimento individuandone il target e le relative necessità, i competitors ma anche gli aspetti prettamente amministrativi come le normative vigenti.

Lo scopo dell'analisi è, quindi, quello di capire quali sono le potenzialità di uno specifico mercato dal punto di vista economico.

Come fare un'analisi di mercato

Per fare una corretta analisi di mercato, bisogna procedere tenendo conto di una serie di parametri:

  1. Analisi demografica;
  2. Valutare e determinare le dimensioni del mercato;
  3. Analizzare i Competitors;
  4. Valutare costi, benefici e fattibilità per accedere al mercato in questione.

1. Analisi demografica

Lo scopo di una analisi demografica, all'interno di una più ampia analisi di mercato, nel caso si volesse aprire un negozio, è quello di conoscere il numero di abitanti di un'area specifica, le fasce di reddito, di età, etc.

Tali informazioni sono sempre disponibili nelle piattaforme di ricerca italiane (ISTAT) e vengono aggiornate frequentemente. Se il business fosse rivolto alle aziende tale analisi dovrà essere fatta sulle imprese e non sui privati.

2. Valutare e determinare le doimensioni del mercato

Tale analisi si riferisce al volume, ossia al numero di potenziali clienti e al valore del mercato. In ogni caso, questo secondo momento dell'analisi dipende dalla tipologia di business che si intende avviare.

Chiaramente, esistono differenze sostanziali tra un bar, il cui volume di clienti è limitato al quartiere o alla città in cui si avvia il business, e un'azienda che opera online.

Analizzato il possibile e/o potenziale volume di mercato si dovrà individuare il target di riferimento, ossia il segmento a cui si intende offrire i servizi o i prodotti venduti.

Individuare il target di riferimento e i suoi bisogni è un'operazione molto importante. È fondamentale, inoltre, capire quale messaggio commerciale trasmettere e quali strategie di marketing attuare: prezzo, branding, etc.

3. Analizzare i competitors

L'analisi dei competitors è un momento altrettanto fondamentale; permette di verificare in che direzione si stanno muovendo i concorrenti e quali strategie stanno adottando.

L'analisi dei competitors permette, inoltre, di capire quale leva di marketing utilizzare per risultare appetibile al proprio target di riferimento e differenziarsi dai concorrenti.

Uno strumento molto utile è l'analisi SWOT, che consente di valutare i punti di forza (Strengths), le debolezze (Weaknesses) le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) di un progetto o di impresa.

4. Valutare costi ed effettività

Quest’ultima parte, infine, è indispensabile per valutare i costi effettivi che si dovranno sostenere per accedere al mercato individuato, le capacità finanziarie disponibili e l’effettiva fattibilità del business in base alle diverse variabili osservate.