Canale di invio e ricezione
accreditato SdI

Sistema di Interscambi

Telefono
+39 06-40402261

INARCASSA

Dizionario di contabilità

INARCASSA

Dizionario di contabilità

Fattura elettronica

Prova Fattura24

GRATIS

per 30 giorni

CLICCA QUI

Cos’è l’INARCASSA?

Prima di procedere apriamo una parentesi storica con la legge 179/1958 con la quale fu istituita la C.N.P.A.I.A.L.P. (Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri e Architetti Liberi Professionisti) detta INARCASSA (il perchè di questo nome non siamo riusciti a saperlo ma di certo è più funzionale rispetto all’acronimo).

 

Nel 1971 si trasformo in Ente di Previdenza dei soli Liberi Professionisti ma il vero cambiamento lo si ha nel 1995 quando viene privatizzato e nel 2021 quando il nuovo statuto si adegua al cambiamento pensionistico che passa del retributivo al contributivo.

 

Chi aderisce alla Fondazione

L’INARCASSA è la Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti, la quale eroga pensioni e garantisce prestazioni assistenziali.

 

L’INARCASSA costituisce una forma di previdenza obbligatoria esclusiva per ingegneri ed architetti che esercitano la libera professione i modo continuativo.

 

I professionisti (Ingegneri e Architetti) sono obbligati all’iscrizione nel momento in cui si verifichino i seguenti requisiti:

  • iscritti all’Albo ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di ordinamento professionale;
  • non iscritti a forme di previdenza obbligatorie in dipendenza di un rapporto di lavoro subordinato o comunque altra attività esercitata;
  • in possesso di partita IVA.

 

Per quanto riguarda la soddisfazione del requisito di possesso della partita IVA abbiamo le seguenti condizioni per i professionisti:

  • titolare di partita IVA individuale e/o associativa;
  • socio di società di professionisti in cui tutti i soci sia iscritti nei rispettivi albi professionali inerenti all’attività professionale.

 

ATTENZIONE: per la partita IVA individuale, la condizione è soddisfatta qualunque sia il relativo codice ATECO ad eccezione del codice 41.20.00 (costruzioni edilizie). Il cui possesso può dar luogo all’iscrizione all’ente soltanto se l’interessato ha dichiarato, agli Uffici del Ministero delle Finanze, di svolgere anche attività professionale.

 

Dichiarazione del fatturato a INARCASSA

Per il requisito della continuità dell’attività professionale gli iscritti all’Ente devono presentare annualmente una dichiarazione (con le modalità della L. 15 del 1 gennaio 1968) sotto la propria responsabilità (DPR 445 del 28 dicembre 2000).

 

Nel presentare la dichiarazione bisogna fare riferimento all’ammontare del reddito professionale IRPEF e IVA.

 

ATTENZIONE: l’iscrizione ad un’altra forma previdenziale obbligatoria (INPS o Enti previdenziali privati) comporta l’esclusione dall’iscrizione di INARCASSA.

 

I soggetti obbligati a presentare la dichiarazione sono:

  • tutti i professionisti iscritti a INARCASSA anche nel caso in cui la dichiarazione sia pari a zero;
  • i professionisti non iscritti a INARCASSA ma facenti parte degli albi, titolari di partita IVA, a prescindere dal codice di attività, per l’intero anno solare o per parte di esso. L’obbligo della comunicazione sussiste anche se il reddito professionale o il volume di affari è pari a zero o in perdita;
  • gli eredi dei professionisti deceduti.

 

I soggetti esonerati sono i professionisti non iscritti a INARCASSA che non sono stati titolari di partita IVA per l’anno relativo alla dichiarazione e i professionisti iscritti ad altra Cassa Previdenziale, che sono tuttavia obbligati a fornire prova dell’opzione.

 

Quando e come inviare la dichiarazione a INARCASSA

La dichiarazione di reddito va presentata attraverso il servizio telematico entro il 31 ottobre dell’anno successivo a quello di riferimento.

 

La scadenza per l’invio della comunicazione, e per il pagamento di eventuali contributi, per gli eredi dei professionisti deceduti è prorogato di 12 mesi dalla data del decesso.

 

La dichiarazione dei redditi professionali va presentata online accedendo, attraverso credenziali, al portale INARCASSA Online.

 

Per richiedere il reset della password o del pin è indispensabile inserire il numero di matricola, il codice fiscale e l’indirizzo PEC in questa pagina web.

 

La Fondazione assicura la tutela previdenziale degli ingegneri e architetti che svolgono la libera professione e non godono di altra copertura assicurativa; la sua adesione è obbligatori per tutti i liberi professionisti iscritti all’albo professionale, possesso di partita IVA individuale e/o di associazione o società di professionisti.

 

Per queste figure la Fondazione eroga pensioni (vecchiaia, anzianità, inabilità, invalidità, ai superstiti, di reversibilità e indirette) e garantisce servizi assistenziali (Indennità di maternità/paternità e di invalidità temporanea, indennità figli disabili, coperture sanitarie, sussidi, muti, finanziamenti in conto interessi e prestiti d’onore ai giovani)

 

Ritenuta previdenziale per INARCASSA

Fattura24 nei sui documenti per la fatturazione elettronica ha previsto una voce per il contributo previdenziale a cui è soggetto il libero professionista o l’impresa che svolge il suo esercizio.

 

Il contributo INARCASSA andrà configurata nella voce Cassa previdenziale all’interno del Profilo fiscale presente in Profilo di fatturazione del menu Configurazione.

 

Ipotizziamo i seguenti dati di partenza per un Ingegnere o un Architetto che ha svolto la sua attività nel B2B:

  1. 1.000 €, importo;
  2. 4%, contributo integrativo INARCASSA dell’importo netto;
  3. 22%, applicazione IVA dell’importo comprensivo del contributo INARCASSA;
  4. 20%, ritenuta d’acconto Ritenuta d’Acconto dell’importo netto;
  5. netto da pagare;

 
Per calcolare il netto da inserire in fattura si applica la seguente formula:

 

(Importo + INARCASSA) + IVA – IRPEFF = netto da pagare a carico del cliente

 

[Importo + (Importo x INARCASSA)] + [(Importo x INARCASSA) x IVA] – (Importo x Ritenuta d’Acconto) = Netto da pagare a carico del cliente

 

[1.000 € + (1.000 € x 0.04)] + [(1.000 € x 0,04) x 0.22] – (1.000 € x 0,2) = 1.068,8 €

 

Esempi pratici

Vediamo di seguito diversi esempi di come effettuare i conteggi in una fattura con INARCASSA:

  • Professionista iscritto a INARCASSA:
    • codice fiscale;
    • partita IVA;
    • a committente esentato dal contributo integrativo;
  • Professionista non iscritto a INARCASSA (iscritto alla Gestione Separata INPS):
    • codice fiscale;
    • partita IVA;
    • a soggetto esentato dal contributo integrativo.

 

1. Fattura con INARCASSA per un Professionista iscritto

Fattura con codice fiscale

Onorario2.000,00 €
Contributo Integrativo INARCASSA (4%)80,00 €
IVA (22%) sul totale imponibile457,60 €
Totale documento2.537,60 €
Netto a pagare2.537,60 €

 

Fattura con partita IVA

Onorario2.000,00 €
Contributo Integrativo INARCASSA (4%)80,00 €
IVA (22%) sul totale imponibile457,60 €
Totale documento2.537,60 €
Ritenuta d’acconto IRPEF (20%)-400,00 €
Netto a pagare2.137,60 €

 

Fattura a committente esentato dal contributo integrativo

Onorario2.000,00 €
IVA (22%) sul totale imponibile440,00 €
Totale documento2.440,00 €
Ritenuta d’acconto IRPEF (20%)-400,00 €
Netto a pagare2.040,00 €

 

2. Fattura con INARCASSA per un Professionista non iscritto

Fattura con codice fiscale

Onorario2.000,00 €
Contributo Gestione Separata INPS (4%)80,00 €
Contributo Integrativo INARCASSA (4%)83,20 €
IVA (22%) sul totale imponibile475,90 €
Totale documento2.639,10 €
Netto a pagare2.639,10 €

 

Fattura con partita IVA

Onorario2.000,00 €
Contributo Gestione Separata INPS (4%)80,00 €
Contributo Integrativo INARCASSA (4%)83,20 €
IVA (22%) sul totale imponibile457,60 €
Totale documento2.639,10 €
Ritenuta d’acconto IRPEF (20%)-416,00 €
Netto a pagare2.223,10 €

 

Fattura a soggetto esonerato dal contributo integrativo

Onorario2.000,00 €
Contributo Gestione Separata INPS (4%)80,00 €
IVA (22%) sul totale imponibile457,60 €
Totale documento2.537,60 €
Ritenuta d’acconto IRPEF (20%)-416,00 €
Netto a pagare2.121,60 €

 

Per maggiori approfondimento vi rimandiamo alla guida del manuale e le guide di Fattura24. 

 

Stai cercando i significati di altri termini? Clicca qui.