Passa al contenuto principale

Che cos'è lo scorporo IVA?

Lo scorporo IVA è un operazione che consente di togliere l’IVA dal prezzo comprensivo dell’IVA stessa.

Si tratta, quindi, di un calcolo attraverso il quale il prezzo lordo di un prodotto o di un servizio viene diviso in importo netto più IVA.

Ricordiamo che l’aliquota IVA, in Italia, ha le seguenti caratteristiche:

  • indiretta: incide sulla capacità al consumo delle persone;
  • proporzionale: il suo valore si determina in percentuale ad ogni passaggio del prodotto o del servizio;
  • neutra: viene applicata ad ogni passaggio del prodotto o del servizio e per tutto il processo produttivo fino al consumatore finale;
  • generale: viene applicata senza distinguo, cioè a tutti;
  • sui consumi: grava solo sui consumi.

In Italia ci sono tre differenti aliquote IVA:

  • minima: è del 4% e si applica solo sui prodotti di prima necessità;
  • ridotta: è del 10% e si applica solo per il settore turistico, alimentare e nel comparto edile;
  • ordinaria: è del 22% e si applica a tutte le casistiche che non rientrano nella minima e ridotta.

Come si calcola

Partiamo dal presupposto che quando ci viene chiesto di scorporare l’IVA dobbiamo avere a disposizione il costo lordo del prodotto e l’aliquota IVA applicata.

Per calcolare lo scorporo facciamo una semplice proporzione:

100 : (100 + IVA) = base imponibile : (base imponibile + importo lordo).

Supponiamo che il bene acquistato sia un pc da 800 euro. Il risultato sarà:

100 : 122 (22% iva) = base imponibile : 800

A questo punto facciamo il prodotto degli estremi e lo dividiamo per il medio, avremo:

Base imponibile = (100 x 800) : 122 = 655,73 €.