Sistema di Interscambio

Canale di invio e ricezione accreditato SdI

Assistenza telefonica

(+39) 06-40402261

 

Durc: cos’è e a cosa serve

dizionario di contabilità

Per Durc si intende: Documento unico di regolarità contributiva. Si tratta di un documento che certifica la regolarità di un’impresa o di un operatore economico in termini di contributi previdenziali e assistenziali.

 

Il certificato va presentato nel caso in cui un’impresa sia intenzionata a partecipare ad una gara d’appalto. Il Durc serve quindi ad attestare che l’impresa sia in regola con i contributi Inps, Inail e Casse edili; in molti casi questo documento è obbligatorio.
 

Durc: quando è obbligatorio?

 
Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente il Durc è un documento essenziali per le imprese che vogliono partecipare a gare d’appalto, infatti si prevede l’obbligo di presentazione nei seguenti casi:
 

  • appalti pubblici (per la partecipazione ad essi, quando viene presentata un’autocertificazione, quando viene aggiudicata la gara, per la stipulazione dei contratti, per l’emissione delle fatture e per il collaudo); 
  • nel caso di gestione di attività (o servizi) pubbliche in convenzione o concessione;
  • lavori privati nel settore edile;
  • per richiedere il rilascio dell’attestazione Soa;
  • iscriversi all’albo dei fornitori;
  • richiedere agevolazioni e incentivi.

 
Questo certificato viene richiesto da alcuni attori specifici come le PA appaltanti, gli enti privati, le imprese e la Soa.
 

Durc: dove farlo e scadenze

 
Il Durc può essere richiesto online utilizzando il portale web dell’Inps o dell’Inail. Terminata la richiesta, se l’esito sarà positivo, il documento verrà inviato in pdf direttamente nella casella di posta elettronica certificata (PEC) e avrà una durata di circa 90-120 giorni (90 nel caso di lavori privati nel settore dell’edilizia).
 

Durc negativo: cosa fare, conseguenze e come regolarizzarlo

 
Nel caso di durc negativo, ossia nel caso in cui la tua impresa non sia in regola con i contributi Inps, Inail e Cassa ti verranno comunicate le irregolarità presenti nella domanda online. Dopo la comunicazione avrai un massimo di 30 giorni per regolarizzare la tua posizione (15 giorni più 15 giorni di proroga).
 
Le conseguenze per la mancata regolarizzazione della posizione contributiva sono l’impossibilità di partecipare alla gara d’appalto e la perdita di importanti benefici normativi e contributivi.