Sistema di Interscambio

Canale di invio e ricezione accreditato SdI

Telefono

+39 06-40402261

 

ATECO

dizionario di contabilità

Che cos’è l’ATECO o codice ATECO?

 

È una classificazione (pubblicata il 1 gennaio 2008) alfa-numerica di tutte le attività economiche presenti sul territorio italiano adottata dall’ISTAT per poter svolgere a sua volta rilevazioni statistiche di carattere economico. Questo viene fornito dalla Camera di Commercio all’apertura di una nuova attività.

 

Le lettere stanno ad indicare il macro-settore dell’area economica di appartenenze:

 

  • A – agricoltura, silvicoltura e pesca
  • B – estrazione di minerali da cave e miniere
  • C – Attività manifatturiere
  • D – fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • E – fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
  • F – Costruzioni
  • G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli
  • H – Trasporto e magazzinaggio
  • I – Attività dei servizi e assicurative
  • J – Servizi di informazione e comunicazione
  • K – Attività finanziarie e assicurative
  • L – Attività immobiliari
  • M – Attività professionali, scientifiche e tecniche
  • N – noleggio agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese
  • O – Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
  • P – Istruzione
  • Q – Sanità e assistenza sociale
  • R – Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento
  • S – altre attività di servizi
  • T – Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze
  • U – organizzazioni ed organismi extraterritoriali

 

Mentre i numeri sono la rappresentanza dei diversi gradi di dettaglio, le articolazioni e le disaggregazioni dei settori stessi.

 

Per trovare il numero della propria attività è possibile consultare il certificato di attribuzione della P.IVA, la visura camerale o visitare il sito dell’ISTAT.

 

Facciamo un esempio

 

Prendiamo il seguente codice F42.13.00; esso richiama “costruzioni di ponti e gallerie”:

 

  • F – sezione “costruzioni”
  • 42 – divisione “costruzione di opere di pubblica utilità”
  • 42.1 – gruppo “costruzioni di strade e ferrovie”
  • 42.13 – classe “costruzioni di ponti e gallerie”
  • 42.13.0 – categoria “costruzione di ponti e gallerie”
  • 42.13.00 – sottocategoria”costruzione di ponti e gallerie”

 

L’esempio sopra proposto è stato scelto in quanto non sempre nel codice ATECO si possono trovare differenza tra “categorie” e ” sotto categorie”; in questo caso si ha un solo codice.

 

A cosa serve il codice ATECO?

 

È utile per le comunicazioni e le dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate in sostituzione del “ATECOFIN 2004”.

 

Con il codice ATECO è possibile sapere la fascia di rischio di attribuzione della propria attività, quindi sapere quali sono le misure di sicurezza di un locale, di prevenzione e protezione dei lavoratori, la formazione in tema di salute e sicurezza sul lavoro.

 

Se un’attività economica ha diversi campi d’azione il codice ATECO primario sarà quello riferito all’attività che contribuisce in percentuale maggiore al valore aggiunto dell’unità; le altre attività avranno un codice ATECO secondario.

 

Il codice ATECO è obbligatorio quando si partecipa ad un bando per la Pubblica Amministrazione o si tratta con la Pubblica Amministrazione.

 

 

Stai cercando i significati di altri termini? Clicca qui