Sistema di Interscambio

Canale di invio e ricezione accreditato SdI

Telefono

+39 06-40402261

 

ENASARCO

dizionario di contabilità

E.N.AS.A.R.CO. e la fatturazione elettronica di Fattura24

 

E.N.AS.A.R.CO. è l’acronimo di Ente Nazionale ASsistenza per gli Agenti e i Rappresentanti di COmmercio ad oggi privatizzato (D.L. 509/1994) quindi sarebbe più corretto definirla fondazione assistenziale di pubblico servizio che svolge un servizio pubblico per la gestione della previdenza e dell’assistenza previste dall’istituto giuridico assistenziale A.G.O. (Assicurazione Generale Obbligatoria) nato dal RDL 636/1939 poi inserito nell’art. 38 della Costituzione nel 1948.

 

La fondazione ENASARCO, in sostanza, si occupa di previdenza integrativa degli associati (a contribuzione obbligatoria) ed è sotto la vigilanza del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e il suo CDA è composto dalle rappresentanza sindacali (degli agenti di commercio) e dalle rappresentanze datoriali (le ditte firmatarie del CCNEL); e dai dati del 2011 ha circa 300k posizioni attive di genti e 100k aziende obbligate alla contribuzione.

 

 

Chi aderisce alla Fondazione ENASARCO?

 

Alla fondazione si registrano gli agenti di commercio monomandatari o plurimandatari più le aziende con mandato di agenzia o rappresentanza commerciale. Bisogna precisare che l’Agente di Commercio non viene considerato come libero professionista ma come imprenditore e sulla base di questa distinzione viene calcolata la ritenuta ENASARCO che ha una diversa gestione fiscale da quella dell’INPS.

 

 

Fattura24 e la ritenuta previdenziale ENASARCO

 

Fattura24 nei sui documenti per la fatturazione elettronica ha previsto una voce per la ritenuta previdenziale a cui è soggetto l’imprenditore o l’impresa che svolge il suo esercizio. La ritenuta ENASARCO andrà configurata nella voce Cassa previdenziale all’interno del Profilo fiscale presente in Profilo di fatturazione del menu Configurazione.

 

Ipotizziamo i seguenti dati di partenza per un Agente:

 

  1. 1.000 €, provvigione di vendita maturata dall’agente
  2. 22%, applicazione IVA
  3. 8,5%, ritenuta ENASARCO (nel 2020 è del 17% di cui 8,5% a carico dell’Agente e 8,5% a carico dell’impresa)
  4. 23%, applicazione della ritenuta di acconto (calcolato sul 50% dell’imponibile)
  5. netto da pagare

 

Nella fattura elettronica la provvigione dell’Agente maturata corrisponde all’IVA (in assenza di altri oneri)

 

L’IVA viene calcolata moltiplicando tra di loro il punto 1 e 2, quindi 220 €.

 

La ritenuta di acconto corrisponde alla moltiplicazione tra i punti 1 e 4; 115 €.

 

La ritenuta ENASARCO corrisponde alla moltiplicazione tra i punti 1 e 3, 85 €.

 

 Per calcolare il netto da pagare viene applicata la seguente formula:

 

Imponibile prestazione + IVA – Ritenuta ENASARCO – Ritenuta d’acconto = Netto da pagare

1.000 € + 220 € – 85 € – 115 € = 1.020 €

 

Per maggiori approfondimento vi rimandiamo alla guida del manuale di Fattura24.