Passa al contenuto principale

Glossario - E

€STR

Vedi: Euro short term rate

E-commerce

È una locuzione che descrive l'attività di vendita di prodotti e/o servizi per via telematica.

e-MID Repo

La piattaforma e-MID, gestita dalla e-MID SIM SpA, gestisce i sistemi multilaterali di negoziazione PCT (pronti a termine) e/o Repo (repurchase agreement).

Sono disponibili due tipi di contratti:

  • general collateral: non viene indicato il titolo sottostante, ha come finalità la concessione di un finanziamento garantito da titoli, che permette di ridurre i rischi di controparte;
  • special repo (Mercato regolamentato dei pronti contro termine): presenta di norma tassi di interesse più bassi del primo, ha come obiettivo principale il prestito di un titolo specifico.

In entrambe le tipologie è possibile prevedere l’intervento della controparte centrale.

e-MID SIM spa

È una società per azioni privata e gestisce il mercato dei depositi interbancari, negoziabili sulla piattaforma e-MID.

La società è partecipata da 29 istituti bancari afferenti all’ABI, ciascuno dei quali non può detenere più del 5% del capitale sociale.

e-Wallet

È un portafoglio elettronico (dispositivo elettronico, software online e/o un programma software) che permette di effettuare transazioni elettroniche in valuta digitale.

Early warning

È una locuzione adottata per identificare i sistemi che monitorano per segnalare eventuali rischio d'impresa futuri.

Earnings Before Interest Taxes Depreciation Amortisation

Vedi: Margine Operativo Lordo

EBA Clearing

È un fornitore di infrastrutture di pagamento paneuropee privato, gli azionisti sono le principali banche europee; possiede e gestisce le principali infrastrutture di pagamento in Europa per i pagamenti in euro tra banche:

EBF

Vedi: European Banking Federation

EBITDA

Vedi: Earnings Before Interest Taxes Depreciation Amortisation

EBM MTF

Vedi: EuroMTS

EBS

Vedi: Estratti conto elettronici

ECB

Vedi: European Central Bank

Eccedenza contabile

È un modo per indicare in modo generale il saldo; cioè senza valutare se sia in positivo o in negativo.

Nelle scritture contabili si ricava dalla differenza tra i totali dei valori o delle quantità registrate nelle sezioni di un conto.

Il conto, a sua volta, presenterà un'eccedenza negativa se il totale della colonna Dare è maggiore del totale della colonna Avere; mentre presenterà un'eccedenza positiva se il totale della colonna Dare è minore del totale della colonna Avere.

Eccedenza d'imposta

Vedi: Credito di dichiarazione

Eccedenza di spesa

Sono spese di carattere obbligatorio che superano il budget previsto.

Eccessiva operosità sopravvenuta

È una clausola contrattuale che stabilisce che nei contratti a esecuzione continuata o periodica o a esecuzione differita se la prestazione è divenuta eccessivamente onerosa per il verificarsi di avvenimenti straordinari e imprevedibili è possibile procedere alla risoluzione del contratto da parte di chi offre il servizio.

Non si può procedere alla risoluzione se l'aumento rientra nell’alea normale del contratto. La parte contro la quale è domandata la risoluzione può evitarla offrendo di modificare equamente le condizioni del contratto.

ECMS

Vedi: Eurosystem Collateral Management System

Ecofin

Vedi: Consiglio Ecofin

Economia aziendale

È un ramo delle scienze economiche che studia gli aspetti amministrativi, organizzativi e gestionali del sistema impresa sia pubblico che privato.

Economia circolare

È una locuzione utilizzata che definisce un’economia che si rigenera da sola in quanto i flussi di materiali sono all'interno di un sistema economico pianificato per riutilizzare i materiali in successivi cicli produttivi, riducendo al massimo gli sprechi.

Economia di mercato

È un sistema economico basato sugli scambi, caratterizzato dall'iniziativa privata e dalla libera concorrenza.

Le decisioni in materia di investimenti, produzione e distribuzione vengono guidate dal principio di domanda e offerta.

Economia di spesa

Sono quote di stanziate per competenza e/o per cassa che a fine esercizio non risultano impegnate e/o pagate.

Economic Value Added

È un indicatore della performance di un’azienda calcolato come differenza tra reddito operativo netto e il costo del capitale impiegato per produrre quel reddito.

Il risultato è utile a capire il capitale investito è in grado di produrre introiti sufficienti a giustificarne l’impiego.

Economie avanzate

Sono paesi che hanno indice ISU (Indice di Sviluppo Umano) tra 0,800 e 1,000; questo significa che la soglia dello sviluppo umano è molto alta. L'attribuzione del valore ISU cambia se viene calcolata secondo gli standard dell'ONU, dell'OCSE e della Banca mondiale.

L'ISU viene calcolata tenendo conto della capacità di trasformazione del reddito in opportunità di istruzione e di salute e quindi in maggiori livelli di sviluppo umano.

Economie di recente industrializzazione asiatiche

Vedi: Paesi di recente industrializzazione dell’Asia

ECRB

Vedi: Euro Cyber Resilience Board

Educazione finanziaria

Secondo l'OCSE è il processo attraverso il quale la più ampia platea dei consumatori dei servizi finanziari migliorano la propria comprensione di prodotti e nozioni finanziarie e, attraverso l’informazione, l’istruzione e la consulenza, sviluppano le capacità e la fiducia necessarie per diventare maggiormente consapevoli dei rischi e delle opportunità finanziarie, per effettuare scelte informate, comprendere a chi chiedere supporto e mettere in atto altre azioni efficaci per migliorare il loro benessere finanziario.

In Italia abbiamo Quello che conta gestito dal MISE e Economia per tutti gestito dalla Banca d'Italia.

EFF

Vedi: Extended Fund Facility

Effetto commerciale

Termine generico riferito a strumenti di pagamento quali:

  • tratte bancarie;
  • assegni;
  • pagherò;
  • cambiali.

Possono essere utilizzati al posto dei pagamenti in contanti in caso di estensione del credito al cliente e può sostituire la fattura.

Essendo negoziabili possono essere utilizzati come strumenti di credito (sconti e girate).

Possono essere disponibili su carta e su supporti magnetici, a seconda della prassi aziendale e degli standard bancari locali.

Effetto commerciale attivo

Sono delle cambiali (come gli assegni e gli assegni circolari) ricevute da un cliente oppure accettate da un cliente con promessa di pagamento dell'importo esigibile dopo un certo periodo di tempo (girata di un effetto commerciale).

Sono in sostanza dei pagherò, cioè documenti ricevuti da un cliente con l'impegno di pagare l'importo dovuto dopo un determinato periodo di tempo.

Creando un effetto commerciale attivo la partita aperta viene sostituita con un documento di pagamento che può essere girato o scontato; nel caso vengono dati senza garanzia saranno considerati come normali anticipi di incasso.

Se vengono emessi come obbligazioni recenti allora possono sostituire le fatture quindi il saldo della fattura viene ridotto dell'importo dell'effetto commerciale attivo e per l'effetto commerciale viene creata una nuova partita aperta di un tipo di documento di pagamento. In questo caso la banca detrae la provvigione e gli interessi per il possesso rimanente dell'effetto commerciale attivo e corrisponde il saldo alla società (sconto dell'effetto commerciale).

Analogamente al factoring delle fatture, lo sconto può avvenire come pro-solvendo o pro-soluto (se il cliente non paga sarà necessario rimborsare l'anticipo alla banca).

Nel caso venisse elaborato e cambiasse lo stato allora si aggiornata anche la nuova partita aperta e questa condizione fa si che il saldo del Business Partner resti invariato.

Gli effetti commerciali possono essere riconciliati e poi saldati oppure annullati prima della scadenza se il cliente non onora il pagamento (insoluto).

Possono essere di tipo collaterale (collateral) e dati in garanzia alla banca per ottenere un prestito e possono essere riconciliati dopo che il prestito ottenuto è stato cancellato.

Effetto commerciale passivo

Sono delle cambiali inviato a un fornitore oppure ricevute da un fornitore con promessa di pagamento dell'importo esigibile dopo un certo periodo di tempo (girata di un effetto commerciale).

Sono in sostanza dei pagherò, cioè documenti inviati a un fornitore con l'impegno di pagare l'importo dovuto dopo un determinato periodo di tempo.

Effetto leva

È la possibilità di effettuare un investimento con un basso tasso di capitale effettivamente impiegato, il suo valore è dato dal rapporto tra il valore delle posizioni aperte ed il capitale investito.

EFSM

Vedi: European Financial Stabilisation Mechanism

EFSF

Vedi: European Financial Stability Facility

eIDAS

Vedi: electronic IDentification Authentication and trust Services

electronic IDentification Authentication and trust Services

È il regolamento europeo (910/2014) per l'identificazione elettronica sui servizi fiduciari nelle transazioni elettroniche che si effettuano nel mercato comunitario.

Si applica a tutte le organizzazioni che forniscono servizi digitali pubblici in uno Stato dell'UE.

Elemento della regola

Sono elementi alla base del principio di regola di convalida incrociata che vengono stabiliti per determinare, nella contabilità generale, nei conti le dimensione da includere o escludere.

Elemento di mappatura

Sono dei parametri (simili agli elementi di riconciliazione con più informazioni) utilizzati nelle transazioni logistiche (operazioni di movimentazione) per definire il conto contabile e le dimensioni per una transazione di integrazione.

È possibile registrare le transazioni con valori specifici degli elementi di mappatura in specifici conti contabili.

Elenco degli intermediari finanziari

In realtà si tratta di un albo, gestito dalla Banca d'Italia, dove sono elencate tutti i soggetti (persone giuridiche) che svolgono, in via prevalente, le attività finanziaria (società finanziarie) di:

  • assunzione di partecipazioni;
  • concessione di finanziamenti sotto qualsiasi forma;
  • prestazione di servizi di pagamento;
  • intermediazione in cambi.

Elemento di riconciliazione

Sono dei parametri (simili agli elementi di mappatura con meno informazioni) utilizzati per rintracciare le transazioni logistiche (operazioni di movimentazione) per procedere alla riconciliazione a un conto contabile o a una dimensione; quindi collegano gli elementi di mappatura corrispondenti di diversi componenti della transazione.

Eliminazione

In economia, si utilizza per indicare che un bene materiale o immateriale è stato dismesso.

La procedura assume la connotazione storica nel caso si procede sui dati storici per i cespiti della società.

ELTIF

Vedi: European long term investment funds

Elusione fiscale

È una locuzione utilizzata per indicare tutte quelle attività svolte in assenza di valide ragioni economiche e dirette ad aggirare obblighi o divieti previsti dall'ordinamento tributario e ad ottenere riduzioni di imposta, altrimenti non dovute.

Embedded value

È un metodo valutativo finalizzato a evidenziare il valore del core business dell'azienda identificando le fonti di profitto e di perdita.

Emissione

È la procedura di invio, nel caso delle fatture di cortesia e/o nel processo della fatturazione elettronica di inviare allo SdI l'XML.

Emittente

In economia utilizzato per identificare il soggetto che rilascia un pagherò cambiario e ne diviene così l’obbligato principale.

Emolumenti

È un termine alternativo a retribuzione e viene utilizzano nei documenti per indicare proprio la retribuzione che si corrisponde o si riscuote a titolo di stipendio, di onorario o comunque come corrispettivo in denaro per lo svolgimento dell'attività professionale come dipendente.

Employer branding

È l’insieme delle caratteristiche e delle qualità, anche intangibili, che definiscono l’identità dell’organizzazione di un'azienda come luogo di lavoro, mettendo in risalto gli attributi distintivi rispetto ai competitor.

Si deve basare su di una precisa strategia di marketing e comunicazione che rende l’azienda interessante e accattivante agli occhi dei potenziali candidati, dei dipendenti attuali e, a cascata, degli stessi clienti per perseguire lo scopo di essere riconosciuta come luogo di lavoro ideale.

ENISA

Vedi: European Network and Information Security Agency

Ente creditizio

È un'impresa che come attività primaria riceve depositi o altri fondi rimborsabili dal pubblico e concede crediti per proprio conto.

Enterprise Resource Planning

È un modo per richiamare tutta quella categoria di software gestionali che integrano tutti i processi di business e tutte le funzioni aziendali rilevanti.

Tutte le attività vengono raccolte in un unico sistema centralizzato per supportare al meglio il management.

Enti di interesse pubblico

Sono delle società che per la loro particolare visibilità e importanza economica sono soggette a obblighi più rigorosi per la revisione legale.

Enti di previdenza

Vedi: Amministrazioni pubbliche

Enti Terzo Settore

Sono organizzazioni (non commerciali o commerciali) iscritte al RUNTS (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore) e costituite come Associazione, Comitato, Fondazione o Impresa che perseguendo finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale caratterizzando lo svolgimento (in esclusiva o in via principale) della loro attività in generale e senza scopo di lucro.

Entità budget

Unità organizzativa di una società le cui allocazioni di budget vengono monitorate attraverso il processo di controllo budget.

Sono disponibili questi tipi di entità budget:

  • Ufficio acquisti;
  • Reparto assistenza;
  • Centro di lavoro;
  • Magazzino;
  • Ufficio amministrazione.

Entrate

È un termine utilizzato per indicare ogni movimento che apporti un aumento mediato o immediato di denaro e possono essere ordinarie o straordinarie.

Entrate complessive

Sono la somma delle entrate finali e delle risorse reperite tramite accensioni di prestiti a medio e lungo termine.

Entrate correnti

Sono quelle registrate nei tre titoli dello stato di previsione dell'entrata:

  • titolo I: Entrate tributarie;
  • titolo II: Contributi e trasferimenti correnti;
  • titolo III: Entrate extratributarie.

Entrate finali

Sono la somma dei primi tre titoli delle entrate di bilancio.

Entrate in conto capitale

Sono le entrate che in un bilancio incidono (direttamente o indirettamente) sulla formazione del capitale.

Entrate tributarie

Sono le somme incassate dallo Stato e dagli altri enti impositori conseguenti all'applicazione delle norme imperative.

Entratel

È un portale telematico dell'Agenzia delle Entrate riservato ai soggetti (contribuenti, alle società e agli enti) che presentano la dichiarazione dei sostituti d'imposta (modello 770) per più di 20 soggetti, agli intermediari per la presentazione telematica delle dichiarazioni e degli altri documenti prevista dalle norme vigenti, alle società che trasmettono per conto delle società del gruppo di cui fanno parte, alle Amministrazioni dello Stato e agli intermediari e ai delegati per la registrazione telematica dei contratti di locazione e di affitto immobili.

Entscheidungsproblem

È un problema che pone la richiesta di esibire meccanicamente una procedura in grado di stabilire se una formula espressa in linguaggio formale nella teoria del primo ordine (enunciati e deduzione sulle loro conseguenze logiche in modo formale e meccanico) sia o meno un predicato (collegamento a uno o più elementi del dominio per la formazione di una frase) deducibile all'interno del sistema formale basato sul teorema della logica del primo ordine (sintesi e sintassi).

Questa teoria rientra nella teoria computazionale (definizione delle proprietà possedute da uno specifico linguaggio formale).

Environmental Social Governance

Sono tre dimensioni, non strettamente economico-finanziarie, che più spesso vengono prese in considerazione nella gestione d'impresa e degli investimenti finanziari; quindi a tutti gli effetti sono degli indicatori di sostenibilità:

  • environmental (ambientali): criteri che considerano l'impatto su cambiamenti climatici, inquinamento e consumo di risorse naturali;
  • social (sociali): criteri sulle politiche di genere, diritti umani, standard lavorativi e sindacali;
  • corporate governance (gestione societaria): criteri sulle politiche di retribuzione e composizione degli organi societari, procedure di controllo interno, diritti degli azionisti e contrasto della corruzione.

EONIA

Vedi: Euro Overnight Index Average

EPC

Vedi: European Payments Council

EPIFP

Vedi: Expected Profits Included Future Premiums

Equilibrio finanziario

È una condizione economica in cui un soggetto riesce a far fronte agli obblighi di pagamento assunti in precedenza e alle esigenze di investimento che di volta in volta si manifestano tramite le proprie entrate.

Equilibrio economico

È una condizione economica in cui un soggetto produce ricavi che coprono i costi e consentono un utile adeguato all'imprenditore.

Equitalia

È una SpA (società per azioni) a totale capitale pubblico, i cui soci sono l'Agenzia delle Entrate e l'INPS (Istituto Nazionale Previdenza Sociale), che esercita l'attività di riscossione nazionale dei tributi.

Equity

Vedi: Capitale di rishcio

Equivalenti di liquidità

Sono risorse monetarie non fisiche possono essere immediatamente convertite in liquidità.

Eredità giacente

È una locuzione utilizzata per indicare una situazione in cui gli eredi di una successione (legittima e/o testamentaria) non hanno accettato l’eredità e non sono nel possesso dei beni.

ERMS

Vedi: Eurosystem Reserve Management Services

Erogazioni liberali

Sono offerte fatte volontariamente allo Stato o ad enti ed organizzazioni che senza fini di lucro svolgono attività di studio, di ricerca, di documentazione culturale e artistica, di spettacolo o altre attività socialmente utili. Sono detraibili dall’imposta da versare; in alcuni casi sono deducibili dal reddito.

ERP

Vedi: Enterprise Resource Planning

ERPB

Vedi: Euro Retail Payments Board

ESA

Vedi: European Supervisory Authorities

Esborso

È un'uscita di cassa.

Esclusività

È il requisito prescritto per la realizzazione della condizione di attività prestata all'estero, oggetto esclusivo di un rapporto di lavoro.

eSeal

Vedi: Sigillo elettronico

eSignature

Vedi: Firma elettronica

Esecutore

È il soggetto delegato ad operare in nome e per conto del cliente o a cui siano comunque conferiti poteri di rappresentanza per operare in nome e per conto del cliente.

Esecuzione forzata

È una locuzione utilizzata per identificare un procedimento coattivo attivato dall’agente della riscossione a seguito della morosità del contribuente.

Esenzione fiscale

È una locuzione utilizzata per indicare una particolare forma di agevolazione tributaria con la quale il legislatore sottrae determinati redditi all'imposizione.

Esercenti arti e professioni

È una locuzione utilizzata per individuare una categoria di persone fisiche, società di persone o associazioni senza personalità giuridica che esercitano per professione abituale una attività di lavoro autonomo.

Esercizio amministrativo

In materia contabile è l'insieme delle operazioni gestionali, per necessità pratiche e giuridiche, svolte in un anno (ciclo amministrativo).

Esercizio di piccola superficie

È una locuzione utilizzata per indicare l'attività vendita al dettaglio (specializzata o non specializzata) non appartenente alla grande distribuzione, caratterizzato da una superficie inferiore ai 400 metri quadrati.

Esercizio finanziario

È il complesso delle operazioni di gestione del bilancio svolte nell'anno finanziario.

Esercizio ricettivo

È una locuzione utilizzati per definire l’insieme delle attività:

  • alberghiere: alberghi da 1 a 5 stelle, i villaggi albergo, le residenze turistico-alberghiere, le pensioni, i motel, le residenze d’epoca alberghiere, gli alberghi meublè o garnì, le dimore storiche, gli alberghi diffusi, i centri benessere (beauty farm), i centri congressi e conferenze e tutte le altre tipologie di alloggio che in base alle normative regionali sono assimilabili agli alberghi;
  • extra-alberghiere: campeggi e le aree attrezzate per camper e roulotte, i villaggi turistici, le forme miste di campeggi e villaggi turistici, gli alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale, gli agriturismi, le case per ferie, gli ostelli per la gioventù, i rifugi di montagna, gli altri esercizi ricettivi non altrove classificati e i bed and breakfast.

ESG

Vedi: Environmental Social Governance

ESM

Vedi: European Stability Mechanism

ESMIG

Vedi: Eurosystem Single Market Infrastructure Gateway

Esportatori abituali

È uno status che si acquisisce se l’ammontare delle esportazioni od operazioni assimilate registrate nell’anno solare precedente o nei dodici mesi precedenti è stato superiore al 10% del volume d’affari.

Esportazione

i trasferimenti di beni (nazionali o nazionalizzati, nuovi o usati) e di servizi (trasporto, assicurazione, altri) da operatori residenti a operatori non residenti (resto del mondo).

Sono valutate al valore FOB (Free on Board) che corrisponde al prezzo di mercato (prezzo ex fabrica, i margini commerciali, le spese di trasporto internazionale, gli eventuali diritti all’esportazione) alla frontiera del paese esportatore.

Esportazione temporanea

È una locuzione utilizzata per indicare una fase del processo industriale che prevede la spedizione temporaneamente in uno Stato estero a scopo di perfezionamento (lavorazione, trasformazione o riparazione).

ESRB

Vedi: European Systemic Risk Board

Essere in nero

È un modo di dire che varia in base ai diversi contesti in cui si usa:

  • in contabilità: è la situazione in cui una partita IVA produce reddito perché i cui ricavi totali superano i costi totali;
  • nel lavoro: è la situazione in cui un dipendente opera senza tutele legali e amministrative.

Essere in rosso

È un'espressione che identifica uno scenario in cui la partita IVA svolge la sua attività in perdita, cioè senza profitti ma solo costi.

Esterovestizione

È un termine utilizzato per indicare quelle società estere che hanno una località fittizia della residenza fiscale in paesi con un regime fiscale più vantaggioso di quello nazionale, al fine di imputare in detto Stato estero i redditi che altrimenti sarebbero tassati in Italia. Di solito i redditi esterovestiti sono le plusvalenze di cessioni di partecipazioni.

Estimo

È la disciplina che fornisce gli strumenti teorici e metodologici per la valutare i beni per i quali non esiste un apprezzamento univoco (stima).

Estinzione a sofferenza

È procedura che permette di cancellare la situazione debitoria nella Centrale dei richi quando viene estinto un debito.

Estinzione anticipata

È la chiusura del rapporto contrattuale con la restituzione del capitale ancora dovuto prima della scadenza del mutuo.

Estratti conto elettronici

È un sistema che permette l'elaborazione automatica degli estratti conto elettronici registrati su un supporto fisico.

Estratto conto

È un report con le informazioni sulla situazione di un accordo tra Business Partner e può includere i seguenti dati:

  • il saldo esigibile non pagato;
  • le eventuali fatture modificate dopo l'ultima stampa dell'estratto conto.

Estratto conto cliente

È un report in cui sono mostrate le partite aperte di un cliente.

ETC

Vedi: Exchange Traded Commodities

ETF

Vedi: Exchange Traded Funds

Ether

È la cripto valuta generata dalla piattaforma di finanza decentralizzata Ethereum.

Ethereum

È una piattaforma decentralizzata basata su un database con struttura in 3D (geospazial web) che conserva informazioni semantiche in meta-dati gestite dall'intelligenza artificale implementato da una potenza di calcolo basato sul MdTu (Macchina di Turing universale) per la creazione e pubblicazione, su tecnologia P2P (peer-to-peer), di contratti intelligenti (smart contracts) creati in un linguaggio di programmazione Turing completo.

Etichetta

È un foglio stampato che riporta informazioni relative ad articoli, quantità, articoli da imballaggio e così via; spesso include codici a barre per consentire la scansione.

ETS

Vedi: Enti Terzo Settore

ETSI

Vedi: European Telecommunications Standards Institute

Ettaro

È l'unità di misura di superficie agraria ed equivale a 100 are (10.000 metri quadrati).

EURIBOR

Vedi: EURo InterBank Offered Rate

EURIRS

Vedi: Euro Interest Rate Swap

Euro

È la denominazione verbale che viene da alla moneta dell'UEM (Unione Economica e Monetaria) dell'Unione Europea e nelle documentazioni internazionali, secondo lo standard ISO 4217, si identifica con le tre lettere EUR o con il simbolo ; la sua pronuncia, secondo l'AFI (Alfabeto fonetico internazionale), si pronuncia ɛuro (ɛ si pronuncia è, come pèsca).

Il nome fu scelto dal Consiglio Europeo di Madrid (12/1995) in sostituzione dell'ECU (European Currency Unit) con un tasso di cambio al 1:1.

Euro Cyber Resilience Board

È il forum presidiato dalla BCE (Banca Centrale Europea) che tratta le tematiche strategiche sulla resilienza cibernetica tra le Pubbliche Amministrazioni e le industrie.

Al forum vengono invitati anche i rappresentanti di diversi operatori paneuropei delle infrastrutture del mercato finanziario, schemi di carte, fornitori di servizi critici, banche centrali e altre autorità e agenzie europee, tra cui ENISA (European Network and Information Security Agency) ed Europol.

EURO InterBank Offered Rate

È il tasso d’interesse che viene applicato sui prestiti interbancari in euro non garantiti.

Il suo valore viene calcolato sulla media giornaliera delle quotazioni rilevate su un campione di banche con elevato merito di credito selezionato periodicamente dalla EBF.

Euro Interest Rate Swap

È il tasso interbancario definito a livello europeo che può essere utilizzato come riferimento per i mutui a tasso fisso.

Euro overnight index average

È il tasso di interesse, applicato ai prestiti interbancari in euro non garantiti con durata di un giorno (overnight) e viene, quindi, calcolato giornalmente come media ponderata dei tassi di interesse sui prestiti effettuati da un campione di banche con elevato merito di credito selezionato periodicamente dalla EBF (European Banking Federation).

Viene calcolato con l'€STR.

Euro Retail Payments Board

È un organismo strategico di alto livello incaricato di promuovere l'integrazione, l'innovazione e la competitività dei pagamenti al dettaglio in euro nell'Unione Europea.

Euro short term rate

È un benchmark del tasso di interesse che riflette i costi di finanziamento overnight (scadenza a un giorno) delle banche all'interno della zona euro. Il tasso è calcolato e pubblicato dalla BCE.

Viene calcolato come media dei tassi di provvista non garantita (depositi) riferibili a transazioni con durata overnight condotte dalle banche segnalanti del MMSR (Money Market Statistical Reporting) con controparti finanziare (bancarie e non bancarie).

Viene pubblicato giornalmente dal sistema TARGET2 sul sito della BCE.

Euro-Currency Standing Committee

Vedi: Committee on the Global Financial System

Euro-note

È un titolo a breve termine negoziabile emesso nell’ambito di una NIF (Note Issuance Facility).

Euro1

Sistema regolamentato dalla società EBA Clearing e consente l'esecuzione di transazioni in euro di elevato importo su base multilaterale netta nella stessa giornata nel sistema TARGET2; vi partecipano oltre 60 principali banche europee.

Euromercato

È un mercato dove si scambiano strumenti bancari in valute diverse da quelle dei Paesi in cui le banche hanno sede legale.

Si articola in diversi comparti, a seconda del prodotto trattato. I importanti sono quelli dei depositi, interbancari e non, e dei prestiti bancari, con i relativi prodotti derivati (principalmente i contratti futures sui depositi interbancari).

Il più importante e conosciuto è quello dell’eurodollaro (dollari USA), caratterizzato da strumenti bancari offerti da banche al di fuori del territorio statunitense; il contratto utilizzato sui depositi in eurodollari è il LIBOR (London InterBank Offered Rate).

EuroMTS

È un sistema di negoziazione multilaterale per la contrattazione dei titoli obbligazionari benchmark dei principali paesi dell'area dell'euro.

Il sistema si avvale della piattaforma telematica MTS gestita all'inizio dalla EuroMTS ltd (società di diritto inglese) poi passata sotto la gestione di MTS spa.

Euronext Growth Milan

Vedi: Mercato alternativo del capitale

European Banking Federation

È un'organizzazione composta solo da membri che appartengono al settore bancario europeo; il suo scopo è quello di tutelare gli interessi degli associati selezionando periodicamente un campione di banche con elevato merito di credito utilizzato per la definizione del Euribor.

European Central Bank

Vedi: Banca Centrale Europea.

European Financial Stabilisation Mechanism

È uno strumento per l’assistenza finanziaria temporanea ai paesi dell’area dell’euro in difficoltà e amministrato dalla Commissione Europea per conto della UE.

Le operazioni di provvista sono garantite dal bilancio dell’Unione.

European Financial Stability Facility

È uno strumento istituito per tutelare la stabilità finanziaria dell’area dell’euro giuridicamente costituito come società per azioni, con sede legale in Lussemburgo nata su volontà del Consiglio della UE.

Sostituito dalla ESM (European Stability Mechanism) ma rimane in attività per la gestione dei programmi ancora in essere.

La provvista delle risorse necessarie avviene attraverso l’emissione e il collocamento sul mercato di obbligazioni supportate dalla garanzia dei paesi dell’area dell’euro, secondo la quota di partecipazione nel capitale della BCE.

European long term investment funds

È un regime paneuropeo come alternativa ai FIA (Fondi di investimento); è un tipo di investimento collettivo che consente agli investitori di investire denaro in società e progetti che necessitano di capitale a lungo termine.

È rivolto ai gestori di fondi di investimento che desiderano offrire opportunità di investimento a lungo termine a investitori istituzionali e privati ​​in tutta Europa.

Per beneficiare di questo passaporto transfrontaliero, i nuovi Fondi dovrebbero rispettare regole volte a proteggere sia gli investitori che le società e i progetti in cui investono.

European Network and Information Security Agency

È l'agenzia dell'Unione Europea che si occupa di cybersicurezza; nata con lo scopo di migliorare la sicurezza informatica e delle reti di telecomunicazioni e contribuisce allo sviluppo culturale sulla sicurezza delle informazioni e delle reti a beneficio dei cittadini, dei consumatori, delle imprese e del settore pubblico europei favorendo, nel contempo, lo sviluppo del mercato interno.

European Payments Council

È un'organizzazione internazionale senza fini di lucro in costante dialogo con gli stakeholder e le autorità di regolamentazione a livello europeo con lo scopo di integrare e sviluppare il sistema di pagamento europeo SEPA.

European Social Entrepreneurship Funds

È un OICR (Organismo di investimento collettivo del risparmio) alternativo creati per investire il capitale di imprese la cui attività si caratterizza per finalità sociali.

European Stability Mechanism

È un meccanismo permanente per la gestione delle crisi la cui costituzione è stata concordata dal Consiglio; ha sostituito gradualmente il EFSF (European Financial Stability Facility).

Il meccanismo concede sostegno finanziario ai paesi membri dell’area dell’euro che ne faranno richiesta a condizioni non di favore e previa un’approfondita analisi che verifichi la loro solvibilità utilizzando gli strumenti dell’EFSF.

European Supervisory Authorities

Sono le tre autorità europee di vigilanza micro-prudenziale, il loro obiettivo è quello rafforzare in modo sostenibile la stabilità e l’efficacia del sistema finanziario in tutta l’Unione europea e migliorare la tutela dei consumatori e degli investitori:

  • EBA (European Banking Authority): opera per assicurare un livello di regolamentazione e di vigilanza prudenziale efficace e uniforme nel settore bancario europeo;
  • EIOPA (European Insurance and Occupational Pensions Authority): fornisce consulenza alle istituzioni dell’Unione assicurando una migliore protezione dei consumatori armonizzando le regole e le pratiche di vigilanza a livello europeo e assicurando la vigilanza sui gruppi operanti a livello transfrontaliero e promuovere interventi coordinati a livello europeo; ha anche la responsabilità di contribuire alla stabilità del sistema finanziario, della trasparenza dei mercati e degli strumenti finanziari e della protezione degli aderenti e dei beneficiari dei piani pensionistici e assicurativi;
  • ESMA (European Securities and Markets Authority): contribuisce a salvaguardare la stabilità del sistema finanziario dell’Unione europea, garantendo l’integrità, la trasparenza, l’efficienza e il regolare funzionamento dei mercati mobiliari, nonché a migliorare la tutela degli investitori.

European Telecommunications Standards Institute

È un'organizzazione indipendente senza scopi di lucro che si occupa di standardizzare i processi informatici e comunicativi supportando, sviluppando e testando gli standard tecnici globali per sistemi, applicazioni e servizi abilitati alle TIC (Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione).

European Union Statistics Income Living Conditions

È un indagine statitica europea sul reddito e sulle condizioni di vita delle famiglie in Europa coordinato dall'EUROSTAT.

European Venture Capital

È un OICR (Organismi di investimento collettivo del risparmio) alternativo creati per investire il capitale iniziale di piccole imprese connotate da forti potenzialità di crescita ed espansione.

Europol

È l'agenzia dell'Unione Europea finalizzata per la lotta al crimine nel territorio degli Stati membri dell'Unione Europea.

Eurosistema

L’Eurosistema è il sistema di banche centrali dell’area dell’euro responsabile dell’attuazione della politica monetaria unica. Esso comprende la Banca Centrale Europea (BCE) e le Banche Centrali Nazionali (BCN) dei paesi dell’Unione europea che hanno adottato l’euro.

Insieme al SEBC (Sistema europeo delle banche centrali) sono retti dagli organi decisionali della BCE: il Consiglio direttivo e il Comitato esecutivo.

Il Consiglio generale è istituito come terzo organo decisionale della BCE finché esisteranno Stati membri dell’UE che non hanno adottato l’euro.

European Systemic Risk Board

Vedi: Comitato europeo per il rischio sistemico

Eurostat

È l'ufficio statistico dell'Unione europea responsabile della pubblicazione di statistiche e di indicatori di qualità a livello europeo per consentire confronti fra paesi e regioni.

Eurosystem Collateral Management System

È una piattaforma tecnica (insieme di luoghi e attrezzature) condivisa tra le BCN (Banche Centrali Nazionali) per la gestione armonizzata del collaterale (collateral), cioè un bene reale o finanziario concesso in garanzia del puntuale pagamento di un debito, per le operazioni di credito dell'Eurosistema (rifinanziamenti di politica monetaria e credito infra-giornaliero).

Eurosystem Reserve Management Services

Servizi di gestione delle riserve in euro offerti dalle banche centrali dell'Eurosistema a banche centrali di paesi esterni all'area dell'euro e a organismi sovranazionali. I servizi, la cui gamma include investimenti in cash e titoli e la custodia di titoli, sono forniti nel rispetto di condizioni armonizzate.

Eurosystem Single Market Infrastructure Gateway

È un'interfaccia per accedere ai servizi presenti nell'infrastruttura interbancaria europea, regolamentata con il sistema TARGET per le transazioni lorde in valuta; nello specifico la piattaforma migliora lo scambio dei dati tra i sistemi TARGET2 e TARGET2 Securities.

EuSEF

Vedi: European Social Entrepreneurship Funds

## EUSILC

Vedi: European Union Statistics Income Living Conditions

EuVECA

Vedi: European Venture Capital

EVA

Vedi: Economic Value Added

Evasione fiscale

È il risultato di un o più comportamenti attraverso i quali il contribuente si sottrae in tutto o in parte (evasione totale o parziale) all’imposizione fiscale.

Ex dividendo

Nel linguaggio borsistico si utilizza per definire un titolo azionario che viene venduto senza diritto a percepire i dividendi già dichiarati.

Exchange Traded Commodities

Sono titoli di debito senza scadenza, emessi da una società veicolo a fronte dell’investimento diretto da parte dell’emittente in materie prime o in contratti futures su materie prime.

Exchange-traded funds

Sono fondi comuni di investimento che replicano l’andamento di un determinato indice di borsa; i certificati rappresentativi delle quote sono ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato (Exchange-traded commodities).

Expected Profits Included Future Premiums

È una locuzione per indicare l'utile sui premi dei contratti assicurativi esistenti (in force) che saranno ricevuti in futuro; l'importo deriva dai calcoli delle Best Estimate Liability (stima imparziale del valore attuale dei flussi di cassa futuri).

Expected losses

È una locuzione utilizzata per indicare le perdite attese in chiave prospettica (forward looking) secondo la durata dello strumento finanziario.

Extended Fund Facility

È uno strumento di finanziamento creato e gestito dal FMI (Fondo Monetario Internazionale); ha lo scopo di assistere paesi con problemi di bilancia dei pagamenti di medio termine, dovuti a vulnerabilità e distorsioni strutturali.

Le regole sull’ammontare del prestito sono analoghe a quelle dello Stand-by Arrangement, mentre la durata è maggiore perché può arrivare fino a quattro anni e con un periodo di rimborso fino a dieci anni.