Assistenza telefonica

(+39) 06-40402261

E-mail

info@fattura24.com

 

Imponibile

dizionario di contabilità

Imponibile, spesso chiamata anche base imponibile, è l’importo al quale vengono calcolate le imposte, in base alle percentuali previste dalla peculiarità fiscali di un’azienda, di un libero professionista, di un dipendente, etc.

 

Tra le imposte da calcolare sulla base imponibile troviamo, ad esempio, l’Iva, IRPEF (reddito persone fisiche), IRES (reddito società). Proviamo a fare un esempio di scorporo dell’iva da una base imponibile.

 

Scorporo iva da base imponibile

 

 

Supponiamo che un’azienda debba emettere fattura ad un consumatore e che l’aliquota iva da applicare all’imponibile sia del 22%.

 

L’azienda vende 1 prodotto per il valore complessivo di 1000€ al quale deve applicare il 22% di iva. In questo caso per fare lo scorporo dell’iva basterà fare una semplice operazione, come questa:

 

1000 + 22% = 220 o in alternativa 1000 – 22% = 780 + 220 = 1000

 

 

Nel secondo caso la restante parte di importo rappresenta la quota dell’imposta.

 

Come abbiamo visto l’imponibile è il costo totale di un prodotto/servizio venduto/prestato. Possono esserci casi in cui determinati prodotti non sono considerati parte dell’imponibile. In fattura quindi basterà segnalare che il prodotto non prevede imposte di iva e che, quindi, non devono essere aggiunti alla base imponibile.

 

Da cosa è formato l’imponibile?

 

Fino ad adesso abbiamo visto cos’è l’imponibile e come fare lo scorporo iva,, ma da cosa può essere formato oltre che dall’importo di un prodotto servizio venduto?

 

Esistono casi in cui al totale di un prodotto è necessario includere una percentuale di INPS o di Cassa previdenziale. Spesso questa è una peculiarità dei liberi professionisti come avvocati, ingegneri, architetti, medici, etc.

 

Facciamo un esempio.
Supponiamo che un architetto presti una prestazione per la quale deve emettere fattura. In questo caso l’architetto dovrà considerare una percentuale del 6% di Inarcassa (cassa previdenziale degli architetti) da aggiungere all’imponibile.

 

Di conseguenza

Costo della consulenza 1000 € + 6% (di 1000) di cassa previdenziale = 1060

 

In questo caso la base imponibile non è formata esclusivamente dall’importo del prodotto/servizio ma anche dal 6% di cassa previdenziale. A questo importo va, se prevista, calcolata l’imposta iva.