Sistema di Interscambio

Canale di invio e ricezione accreditato SdI

Assistenza telefonica

(+39) 06-40402261

 

Regime forfettario 2018

Guida 2018

Regime forfettario 2018

Regime forfettario 2018 – requisiti di accesso. Con la scorsa Legge di Stabilità sono entrate in vigore diverse novità riguardo i requisiti di accesso al regime forfettario 2018. Nello specifico, con la modifica dell’articolo 9 della  legge Finanziaria sono stati inseriti una serie di vantaggi importanti.

 

La soglia dei ricavi, calcolata sulla base dei coefficienti di redditività era (con la precedente legge di Stabilità) sotto i 15 mila euro per i professionisti e di 40 mila euro per i commercianti. Con le novità introdotte nel 2018 l’aumento delle soglie dei ricavi è stato considerevole:

 

  • 30 mila euro per i professionisti;
  • 50 mila euro per i commercianti.

 

Ma vediamo nel dettaglio i requisiti di acceso al regime forfettario 2018; successivamente approfondiremo anche l’aspetto relativo ai coefficienti di redditività.

 

Regime forfettario 2018
Requisiti di accesso e condizioni

 

 

L’accesso al regime forfettario 2018 può avvenire comunicando di avvalersene all’inizio dell’attività solo se si hanno i seguenti requisiti:

 

  • Non si sono conseguiti ricavi superiori ai limiti previsti dalla legge di Stabilità (limiti dipendenti dal Codice Ateco dell’attività che si esercita);
  • Non si sono sostenute spese di lavoro accessorio superiori ai 5 mila euro (lavoratori dipendenti e/o collaboratori);
  • Se, al lordo, il costo degli ammortamenti dei beni strumenti non ha superato i 20 mila euro alla chiusura dell’esercizio.

 

Per calcolare quest’ultimo limite è necessario prendere in considerazione una serie di beni specifici:

 

  1. i beni in leasing finanziario;
  2. i beni di locazione e noleggio comodato secondo i sensi dell’articolo 9 del TUIR;
  3. Beni promiscui dell’impresa e per uso familiare e personale;
  4. Beni immobili.

 

Condizioni per accesso al regime agevolato

 

Accanto ai requisiti sopra elencati troviamo anche una serie di condizioni particolari;

 

  • L’individuazione del limite dei ricavi non comprende quello relativo all’adeguamento agli studi di settore;
  • nel caso si avessero due attività il limite viene determinato su quella che ha generato più ricavi;
  • il limite dei ricavi è stato modificato (vedi primo paragrafo) ma il compenso è fino a 15 mila euro lordi.

 

Ma vediamo nel dettaglio i coefficienti di redditività per il regime forfettario 2018.

 

Regime forfettario: nuove soglie di redditività

 

Fin qui abbiamo individuato una serie di limiti legati ai ricavi ed ai compensi che un’attività può raggiungere per poter entrare a far parte del regime forfettario 2018. Ma come viene calcolato?

 

Potrebbe interessarti

 

Il reddito viene calcolato applicando un coefficiente di redditività sul reddito complessivo dell’attività che è dato dalla somma di ricavi e compendi più le uscite con l’unica deduzione dei contributi previdenziali

 

Vediamo quali sono i coefficienti di redditività 2018 e le soglie di ricavi e compensi:

 

  • Alimentari e bevande: dai 35 mila ai 45 mila – redditività del 40%;
  • Commercio: dai 40 mila ai 50 mila – redditività 40%;
  • Com. ambulante: dai 30 mila ai 40 mila – redditività 40%;
  • Com. ambulante altri prodotti: dai 20 mila – redditività 54%;
  • Costruzioni, immobiliari: dai 15 mila a 25 mila – redditività 86%;
  • Commercio (intermediari): dai 15 mila ai 25 mila – redditività 40%;
  • Attività professionisti: dai 15 mila ai 30 mila – redditività 78%;
  • Altre attività: dai 20 mila ai 30 mila – redditività 67%.

 


Fonte e approfondimenti

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Fattura24.com
Fattura24.com

Redazione

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.