Passa al contenuto principale

casi di esclusione

I casi di esclusione dal regime invece sono: la partecipazione in società con il medesimo oggetto sociale, le persone fisiche che si avvalgono di regimi speciali ai fini dell’imposta sul valore aggiunto; i soggetti non residenti entro i Paesi dell’Unione Europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio Economico Europeo che assicuri un adeguato scambio di informazioni e che producono nel territorio italiano redditi che costituiscono almeno il 75% del reddito complessivamente prodotto; i soggetti che hanno per oggetto cessioni di fabbricati o porzioni di fabbricato, di terreni edificabili ex art. 10, co. 1, n. 8, D.P.R. 633/1972 o di mezzi di trasporto nuovi ex l’art. 53, co. 1, D.L. 331/1993; le persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta, a meno che il fatturato nei confronti dell’ex datore di lavoro non superi il 50% del fatturato nei suoi confronti e diventi pertanto un mero cliente.