Passa al contenuto principale

Formazione per l'avvocatura

Questa parte della guida ti darà le giuste conoscenza per divincolarti nelle prime scelte per varcare la soglia dell'ateneo.

La scelta dell'università è molto importante perché, anche se il piano di studi è uguale per tutti gli atenei la differenza la fa il corpo docenti degli atenei, e questo alla fine ti permetterà di differenziarti tra la mole dei futuri studenti/laureandi di legge che, come te, stanno o hanno intrapreso questo percorso formativo e che, alla fine, si tradurrà in un foglio di pregiatissima carta che citerai nel tuo CV (quando si dice che l'abito non fà il monaco).

Fatta questa premessa ad oggi la scelta del giusto ateneo è difficile specialmente se in Italia ci sono circa 40 atenei tra pubblici e privati e da esterni è difficile capire quali parametri valutare per la scelta.

Tranquillo ci sono servizi online che svolgono questo lavoro come il CENSIS (CENtro Studi Investimenti Sociali) che ha redatto una classifica delle università italiane in base a delle metodologie valutative ben precise.

Prima di proseguire prendi anche in considerazione la didattica telematica che ti permetterà di ottimizzare i tempi specialmente se al contempo devi, o stai, lavorando.

Sia che si tratta di una didattica in sede, pubblica o privata, o di una didattica telematica il MIUR (Ministero dell'istruzione, università e ricerca) le equipara,quindi non preoccuparti perché avrai un titolo equipollente.

Ora che abbiamo affrontato la scelta del giusto ateneo addentriamoci nel percorso di laurea:

  • laurea Triennale in Giurisprudenza più biennio magistrale (classe LMG-01);
  • laurea magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico (classe LMG-01).
info

La sigla LMG sta per Laurea Magistrale in Giurisprudenza.

Laurea Triennale in Giurisprudenza più biennio magistrale

È un titolo di studi che prevede un percorso formativo di 5 anni diviso in due step (tesi di Laurea); il primo step è dopo tre anni di studi con la possibilità di concludere il percorso frequentando il biennio ed avere un titolo equipollente alla laurea magistrale.

Chi si ferma al terzo anno del piano di studio vuol dire che ha seguito un corso in Scienze dei Servizi Giuridici e Operatore Giudirico d'Impresa.

Alla fine del percorso dei tre anni è possibile discutere una tesi di laurea, sulla base del programma di studi svolto; questa laurea consente di svolgere l'attività come:

  • Giurista d’Impresa: presenta un’elevata specializzazione da mettere al servizio del settore legale, contrattualistico e gestionale delle PMI e del terzo settore. Si occupa inoltre della direzione del personale e dei contenziosi giuridici;
  • Esperto nel settore immobiliare: svolge l'attività nell’area dell’amministrazione degli immobili e della gestione dei patrimoni, l’intermediazione della vendita, l’acquisto e la locazione di immobili e attività di consulenza;
  • Consulente del lavoro: svolge consulenza specializzata nella gestione dei rapporti lavorativi (sovrintende a tutte le fasi che li costituiscono), selezione e formazione del personale, gestione dei contenziosi e conciliazioni delle relazioni di lavoro, assistenza fiscale e tributaria;
  • Settori generali: svolge attività nel campo bancario, finanziario, amministrativo e assicurativo oppure provare la carriera nelle forze dell’ordine.

Laurea magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico

È un titolo di studi che prevede un percorso formativo di 5 anni con diversi step (esami) da superare per accedere all'esame di laurea che a differenza della laurea triennale più il biennio magistrale prevede un percorso unico.

Il suo conseguimento fornisce la possibilità di intraprendere altri pecorsi formativi, oltre a quello di avvocato:

  • Notaio: redige e riceve atti giuridici consistenti (mutui, compravendite, donazioni o atti di ultima volontà come i testamenti) e li trascrivere nei pubblici registri; traduce in linguaggio giuridico le volontà dei contraenti. Controlla la legalità dei contenuti oggetto degli atti e delle transazioni, fornisce consulenze specialistiche, esegue accertamenti sulla conformità dei documenti;
  • Magistrato: esercita il potere giudiziario della Pubblica Amministrazione;
  • Esperto legale per le PMI: coordinamento l’ufficio legale dell’impresa controllando che tutte le attività, le procedure e gli atti siano conformi alle norme giuridiche vigenti;
  • Esperto legale per la PA: simile all'esperto legale per le PMI;
  • Tributarista: consulenza e assistenza (fiscale, contabile e tributaria) ad aziende ed enti, gestisce gli applicativi informatici e gli strumenti operativi del controllo di gestione;
  • Diplomatico: rappresenta lo Stato presso i governi esteri o le organizzazioni internazionali;
  • Ufficiale nelle Forze Armate: arruolato tramite concorsi e selezioni pubbliche.

Bene fatta questa veloce panoramica hai una idea generale del mondo accademico e di come districarti.

Ora vediamo in cosa consiste il tirocino.