Passa al contenuto principale

Deducibilità Auto

La riforma green del parco auto nazionale parte anche dalle auto aziendali concesse in uso promiscuo ai dipendenti e alla classe dirigente del settore privato e rientrano tra quelle deducibili.

È stata superata la classificazione del Codice della Strada e non vengono più fatte distinzioni tra le auto deducibili:

  • autovetture;
  • autoveicoli per trasporto promiscuo;
  • falsi autocarri;
  • autocarri;
  • ecc...

Rispetto all'anno precedente abbiamo 3 categorie di detrazione::

  • 100% IVA sui veicoli stradali per il trasporto di persone e/o cose al di sopra dei 35 quintali con un minimo di 9 posti compreso il conducente;
  • 100% IVA sui veicoli come il trattore;
  • 40% IVA sui veicoli stradali per il trasporto di persone e/o cose al di sotto dei 35 quintali con un minimo di 9 posti compreso il conducente se venisse dimostrato da parte del contribuente un uso esclusivo per l'impresa la detrazione è del 100%;
  • 100% IVA sui veicoli oggetti a produzione o commercio da parte del contribuente e senza dei quali non può svolgere l'attività;
  • totale IVA solo per le moto al di sopra dei 350 cc e solo per un uso esclusivo dell'attività.

Se vogliamo evidenziare le categoria di detrazione in base alla patita IVA allora abbiamo:

  • Artigiani e professionisti: detrazione al 40% per un solo veicolo, oppure di un’auto per ciascun socio in caso di attività costituite in forme associative. Sono incluse anche le spese di mantenimento. Per l’uso strumentale della vettura la detrazione sale al 100%.
  • Agenti e rappresentanti di commercio: per l’acquisto, il noleggio e le spese correlate all’auto di servizio si detrae il 100%.
  • Auto aziendale ad uso strumentale non esclusivo: si detrae il 40%, beneficiando dell’agevolazione sul canone di noleggio o l’acquisto e i costi di mantenimento;
  • Auto aziendale ad uso strumentale esclusivo: per l’acquisto e il noleggio si detrae il 100%.

Calcolo della deducibilità

È possibile ridurre la base imponibile in confronto al reddito totale sul quale pagare le tasse.

Qui di seguito ripotiamo i parametri validi per l’acquisto e il noleggio di veicoli:

  • Artigiani e professionisti: possono dedurre il 20% della spese d'acquisto (limite a 18.075,99 €), il leasing o il noleggio ( importo massimo è 3.615,20 euro);
  • Agenti e rappresentanti di commercio: possono dedurre fino l’80%, con soglie massime pari a 25.822,84 € per l’acquisto e 5.164,57 euro per il noleggio;
  • Auto aziendale ad uso strumentale non esclusivo: le aziende possono dedurre il 20% dei costi sostenuti;
  • Auto aziendale ad uso strumentale esclusivo: le aziende possono dedurre il 100% dell’auto aziendale, senza limiti massimi.

Le spese di mantenimento del veicolo aziendale non hanno limiti di deducibilità:

  • assicurazione;
  • bollo;
  • immatricolazione;
  • tassa di proprietà;
  • manutenzione ordinaria e straordinaria;
  • soccorso stradale;
  • richiesta auto sostitutiva;

Le soglie si riferiscono appena alle spese d’acquisto, al noleggio o al leasing dell’auto.

Fringe Benefit

Le auto concesse dall’azienda ai dipendenti come beneficio addizionale (fringe benefit) possono usufruire delle agevolazioni fiscali, sia da parte delle imprese che dei professionisti e artigiani titolari di partita IVA.

È prevista una detrazione IVA del 40% se il beneficio viene addebitato in busta paga al dipendente; in caso di fattura la detrazione sale al 100%.

Si possono detrarre i costi dell’auto al 70% (acquisto o noleggio a lungo termine);  il limite è di 258,23 euro, fino a questo valore non vengono applicate le imposte sul reddito da lavoro. L’eccedente viene tassato, tenendo conto del livello di emissioni inquinanti prodotte dall’automobile:

  • 20% per emissioni di CO2 inferiori a *60 g/Km;
  • 30% per emissioni di CO2 da 60 a 160 g/Km;
  • 50% per emissioni di CO2 da 160 a 190 g/Km**;
  • 60% per emissioni di CO2 superiori a 190 g/Km**.

Auto a noleggio

Con l'opzione del noleggiare l’auto a lungo termine è possibile:

  • avere a disposizione un’auto aziendale sempre nuova e aggiornata;
  • pagare un canone tutto compreso ad importo fisso;
  • delegare gli adempimenti burocratici dei veicoli delle flotte aziendali;
  • passare velocemente alla mobilità green;
  • personalizzare il canone di noleggio.

Le agevolazioni fiscali si applicano alla quota di locazione (quota di noleggio o finanziaria e riferisce alla differenza tra il costo d’acquisto e il valore residuo del veicolo) e alla quota servizi (canone di noleggio, assicurazione, manutenzione, soccorso stradale).

Parametri per il calcolo della deducibilità:

  • Artigiani e professionisti: è del 20%, senza limiti per la quota servizi, mentre per la quota di locazione il tetto massimo è di 3.615,20 €;
  • Agenti e rappresentanti di commercio: è dell’80%, con limite di 5.164,57 € per la quota di locazione e senza soglia massima per la quota servizi;
  • Auto aziendale ad uso strumentale non esclusivo: l’agevolazione è del 20%, senza il limite massimo per la quota servizi, mentre la quota di locazione prevede una soglia di 3.615,20 €;
  • Auto aziendale ad uso strumentale esclusivo: è del 100% sull’intero canone di noleggio.