Assistenza telefonica

(+39) 06-40402261

E-mail

info@fattura24.com

Ammappalitalia: due chiacchiere con Marco Saverio Loperfido

#LaMiaPrimaFattura

Il progetto “La mia prima fattura” inizia con una storia davvero molto interessante, al punto che i maggiori media italiani  hanno trattato il loro caso. Stiamo parlando di Ammappalitalia, un progetto collettivo nato dalla scommessa che tutta l’Italia sia percorribile a piedi, in bici ed a cavallo.

 

Abbiamo fatto una chiacchierata con il suo founder, Marco Saverio Loperfido, presso il Tim WCAP di Roma.

 

Ecco di seguito un estratto dell’intervista.

 

 

1. Ciao Marco, sei riuscito a fare una cosa in cui pochissime startup riescono. Negli ultimi 4 mesi chiunque ha parlato di Ammappalitalia, come ci sei riuscito?

 

Abbiamo fatto un bel viaggio di promozione del territorio. Io mia moglie Marina Vincenti (socia di Ammappalitalia) e il nostro cane Bricco siamo partiti “ammappare” tutti i sentieri che collegavano casa nostra (in provincia di Viterbo) a Bruxelles. Un grandissimo viaggio di conoscenza e di  approfondimento della propria psiche della psiche di coppia, dell’esistenza in generale ma anche di tutta Europa.

 

2. Come è stato finanziato il vostro progetto?

 

Diciamo che quello dei finanziamenti è un tema particolarmente scottante specialmente per una no-profit che vive di donazioni. Il progetto ha avuto più di un anno di gestazione che a me piace chiamare “sinfonia” perché anche se io, Marina e Bricco possiamo essere considerati i direttori d’orchestra del progetto, senza tutti gli elementi che suonano in simultanea questo viaggio non sarebbe stato possibile.

 

Abbiamo fatto una raccolta fondi che è andata abbastanza bene, ci siamo sposati appositamente per ricevere i soldi dai nostri parenti da investire nel viaggio  (sorride) e poi abbiamo cercato di interpellare i vari comuni d’Italia per avere la possibilità di essere ospitati per un giorno con vitto e alloggio e per ultimo qualche sponsor che ci ha concesso delle attrezzature tecniche per il viaggio.

 

3. C’è qualche errore che pensi di aver fatto durante il tuo percorso e che consiglieresti di non fare ad una futura startup?

 

Gli errori di Ammappalitalia sono stati, paradossalmente, gli errori di fretta. Questo può portare a volere le cose subito, immediatamente. Invece bisogna trovare il giusto equilibrio e cercare di fare le cose fatte bene e con calma. Insomma mettere le basi lentamente per far crescere il progetto in modo sano.

 

I consigli di Marco

 

Errori da non commettere: avere fretta di volere le cose subito. 

Tip di Marco: se avete pochi soldi puntate sul capitale umano e relazionale, fondamentale per la crescita di un progetto.

 

Il video completo

 

Condividi questo articolo su
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone