Sistema di Interscambio

Canale di invio e ricezione accreditato SdI

Assistenza telefonica

(+39) 06-40402261

 

Tibex, Marchex, Sardex: le fatture con moneta complementare

Tibex, Marchex, Sardex: le fatture con moneta complementare

Il primo esperimento di una moneta complementare all’euro è stato fatto in Sardegna intorno al 2010, regione dove nasce il primo circuito commerciale regionale. Si tratta di un vero e proprio network, formato da imprese e professionisti, che attraverso un conto digitale hanno la possibilità di sostenersi a vicenda finanziandosi reciprocamente e senza interessi. Cerchiamo di andare per ordine così da capire qual è il modo corretto di emettere fattura con valuta complementare.

 

Moneta complementare: sai cos’è?

 

moneta complementare

 

I circuiti di credito commerciale regionale nascono con uno scopo ben preciso: connettere le imprese di una specifica regione e garantire loro strumenti di pagamento e credito complementari a quelli tradizionali. L’obiettivo è quello di migliorare l’economia locale rendendola collaborativa. Come lo fanno?

 

All’interno dei vari circuiti le aziende si finanziano a vicenda senza tassi di interesse come un mercato autoalimentato nel quale si tende ad incentivare nuovi modelli di sostenibilità e sviluppo. Come dicevamo all’inizio di questo articolo il primo esperimento è stato fatto in Sardegna con Sardex che ha da poco fatto segnare il record di 100 milioni di crediti transati all’interno del circuito e che negli anni ha avuto un’importante popolarità fatta emergere dall’interessamento di importanti testate giornalistiche e televisive. 

 

LEGGI ANCHE: Obbligo di fatturazione elettronica tra privati a gennaio 2019

 

Sardex ha aperto le porte allo sviluppo di nuovi circuiti, vediamo quali.

 

I circuiti di credito commerciale in Italia

 

La Sardegna – con Sardex – ha suscitato talmente tanto interesse che alcuni  gruppi di imprenditori locali hanno deciso di fondare, in collaborazione e sul modello di Sardex, altri circuiti gemelli. Le regioni attive nel circuito oggi sono:

 

 

Come fatturare con valuta complementaria

 

In un’intervista del 2012 apparsa su agoravox.it, Carlo Mancosu, uno dei soci fondatori di Sardex.net ha specificato che: 

 

le fatture che si emettono sono delle normalissime fatture in euro, quindi l’unica cosa che cambia dall’attuale metodo di pagamento è la modalità con cui questo si effettua, ovvero si utilizza il circuito sardex per effettuare le transazioni.

 

Quindi vi basta registrarvi a Fattura24 e creare il conto specifico per la moneta complementare e/o un metodo di pagamento da inserire nel testo della vostra fattura.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Federico Gambina
Federico Gambina

Digital Marketing & Communication Assistant

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.