Sistema di Interscambio

Canale di invio e ricezione accreditato SdI

Telefono

+39 06-40402261

 

Fatturare in principio di cassa

Blog di Fattura24

Fatturare in principio di cassa

Cosa succede col principio di cassa a cavallo dell’anno?

 

Nulla. Esatto, non succede nulla.

 

Facciamo un esempio; un agente di commercio in regime dei minimi ha ricevuto il 10 gennaio 2020 una fattura elettronica datata il 27 dicembre 2019 per i consumi di carburante già pagati al momento della sua erogazione.

 

Il regime dei minimi è una particolare forma fiscale in vigore dal 1° gennaio 2008 e in questo esempio specifico significa che il commerciante ha una deduzione dei costi d’acquisto.

 

Il nostro agente di commercio dichiara i ricavi ed i costi effettivamente pagati.

 

Il reddito dell’agente di commercio, con l’applicazione del regime dei minimi, viene determinato mediante contrapposizione tra i componenti positivi e negativi imputabili secondo il “principio di cassa“.

 

Per “Principio di Cassa” si fa riferimento ad un criterio di imputazione dei costi e dei ricavi all’interno del bilancio. Si differisce – anzi è il suo contrario – dal “principio di competenza” in quanto tramite tale principio è possibile imputare solo i costi ed i ricavi che sono stati effettivamente incassati o pagati.

(cit. “dizionario di contabilità” di Fattura24)

 

La fattura elettronica riguarda una cessazione di bene, il carburante, effettuato il 27 dicembre 2019 e saldata in pari data.

 

Quindi la circostanza di trasmissione allo SdI nei successivi 14 giorni da parte del gestore dell’impianto non ha alcuno effetto sulla posizione contributiva dell’agente di commercio.

 

L’agente di commercio potrà dedurre la fattura per l’anno 2019 anche se l’ha ricevuta nel 2020.

 


 

Approfondimenti:

 

Principio di cassa
Sistema Di Interscambio (SdI)
Principio di competenza

 

 

Claudio Camusso
Claudio Camusso

Digital Marketing & Communication

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.