Canale di invio e ricezione
accreditato SdI

Sistema di Interscambi

Telefono
+39 06-40402261

Residui (per ora) esoneri e divieti

Fattura elettronica

Una storia personale

Residui (per ora) esoneri e divieti

Fattura elettronica

Una storia personale

Fattura elettronica

Prova Fattura24

GRATIS

per 30 giorni

CLICCA QUI

Come chiarito fin dall’inizio, l’obbligo della fatturazione elettronica riguarda in via generale tutti.

 

Le norme, tuttavia, hanno stabilito alcune eccezioni e prevedono in particolare che:

 

  • alcuni soggetti, c.d. “esonerati”, non sono ancora sottoposti all’obbligo di emettere fatture elettroniche e possono così “liberamente scegliere” se emettere fatture elettroniche (inviandole allo Sdi) o fatture tradizionali c.d. “cartacee“;
  • alcuni altri soggetti hanno invece addirittura il divieto di emettere fatture elettroniche e devono quindi obbligatoriamente continuare ad emetterle nel formato tradizionale.

 

Li indico qui di seguito.

 

Soggetti esonerati ex art. 1 c. 3 Dlgs 127/2005:

 

  1. soggetti passivi che dovessero ancora rientrare nel “regime di vantaggio” di cui all’art. 27, commi 1 e 2, del decreto legislativo 98/2011 (portante misure relative a “imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità”);
  2. soggetti passivi, con ricavi e costi moderati, che applicano il cosiddetto “regime forfettario” IVA di cui all’art. 1, Legge 190/2014, commi da 54 a 89, e successive modificazioni ed integrazioni.

 

Soggetti che hanno il divieto di emettere FE ex art. 10-bis DL 119/2018 e 9-bis DL 135/2018:

 

  1. i soggetti esercenti professioni sanitarie (soprattutto Medici, ma non solo) tenuti all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria, con riferimento alle fatture da emettere i cui dati sono appunto da inviare al Sistema TS;
  2. i soggetti esercenti professioni sanitarie anche se NON sono tenuti ad inviare i dati al Sistema TS, con riferimento però solo a quelle fatture da emettere che siano relative alle prestazioni sanitarie effettuate nei confronti delle persone fisiche;
  3. gli stessi soggetti indicati ai precedenti due punti, anche quando emettono fatture che hanno ad oggetto un ‘misto’ di prestazioni sanitarie (da trasmettere al Sistema TS o comunque rivolte a persone fisiche) e di prestazioni economiche invece “ordinarie” (v. al riguardo le apposite Faq pubblicate dall’Agenzia al link: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/schede/comunicazioni/fatture-e-corrispettivi/faq-fe/risposte-alle-domande-piu-frequenti-categoria/esoneri).