Sistema di Interscambio

Canale di invio e ricezione accreditato SdI

Telefono

+39 06-40402261

 

Donazione alimentare senza fatturazione elettronica

Legge Gadda - n. 166 del 08/2016

Donazione alimentare senza fatturazione elettronica

Questa mattina mi sono svegliato con l’intento di aiutare il prossimo sensibilizzando l’Azienda per cui lavoro con la donazione alimentare.

 

Iniziative importanti vengono svolte dalla Fondazione Banco Alimentare attraverso le giornate del “Banco Alimentare”. In questo caso non c’è fattura ne scontrino fiscale; questi vengono emessi dal commerciante che ha aderito per la donazione alimentare compie un semplice passaggio di mano al di fuori della struttura esercente.

 

Cosa può fare una qualsiasi P.IVA che vuole fare una donazione alimentare? 

 

Secondo la legge 166 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 19 agosto del 2016 si fa chiarezza delineando un’agevolazione amministrativa per i donatori

 

La Società donatrice non è obbligata all’emissione della fattura elettronica col presupposto che la merce sia accompagnata da una specifica documentazione.

 

L’articolo 16 comma 3 della Legge Gadda prevede:

      • un DDT per la merce da donare.
      • la Società donatrice deve comunicare, entro 5 giorni, per via telematica, al FISCO e alla Guardia di Finanza un riepilogo delle cessioni effettuate per mese dei contenuti dei DDT emessi comprensivo di una fattura elettronica indicante il valore di vendita della merce donata.
      • nel caso di eccedenze alimentari soggette a deperimento o di donazioni non superiori al valore di 15.000 € il donatore non è obbligato a nessuna comunicazione al FISCO e alla Guardia di Finanza.
      • l’Ente ricevente ha l’obbligo rilasciare al donatore un dichiarazione trimestrale su cosa ha ricevuto in donazione indicandone anche l’utilizzo finale

 

La Legge Gadda è chiara ed esauriente in ottica di spreco alimentare ma rimane irrisolto ancora un punto.

Il FISCO dopo la messa in vigore della Legge Gadda avrebbe dovuto definire le procedure di trasmissione dei dati. 

Questa mancanza ha creato un falla nella regolamentazione che di base non obbliga la trasmissione per via telematica di una fattura elettronica però per evitare di trovarsi un giorno sotto accertamenti fiscali conviene inoltrare una PEC con i documenti previsti.

 

 

Fattura24.com
Fattura24.com

Redazione

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.