Passa al contenuto principale

Start UP

Le Startup (impresa emergente) sono delle imprese in fase di sviluppo con progetti spesso innovativi da presentare al mercato.

In Italia il numero di startup è di circa 6000 unità, tra innovative e non ed è un il numero in crescita.

Ma vediamo nel dettaglio di cose si tratta.

Cosa sono

Spesso tale termine viene confuso con la fondazione di un’impresa, tuttavia non tutte le imprese possono definirsi Startup.

Il suo significato fa infatti riferimento ad un’impresa giovane e con poco capitale da investire, orientata a progetti innovativi.

Più che fare riferimento alla fondazione di un’impresa ci si riferisce allo stato inizialo del suo ciclo di vita; stato che si evolverà grazie a risorse e finanziamenti necessari per lo sviluppo.

La ricerca dei finanziamenti è uno dei maggiori problemi che una startup deve affrontare.

Esistono diverse forme di finanziamenti, questi possono essere reperiti tramite bandi, ventur capital, tramite incubatori o tramite campagne di crowdfunding per gli Stati Uniti.

Requisiti

In Italia viene specificata una categoria denominata Innovativa.

Tale categoria può godere di importanti agevolazioni fiscali e di una regolamentazione più leggera relativa al diritto fallimentare.

Queste devono necessariamente avere determinate caratteristiche:

  • deve essere giovane, ossia costituita da meno di 60 mesi;
  • la produzione annuale non deve superare i 5 milioni dal secondo anno;
  • deve essere un progetto innovativo e con alto valore tecnologico;
  • non deve distribuire utili fintanto che gode di tale regime.

Tali categoria è disciplinata dalla normativa contenuta nella Legge n. 221 del 19 dicembre 2012 all’interno dell’art. 25 del Decreto Crescita 2.0, convertito nella Legge n. 211/2012.