Passa al contenuto principale

IVA (Imposta sul valore aggiunto)

L’IVA (Imposta sul valore aggiunto), è un’imposta indiretta che viene applicata in fase di produzione e scambio di un bene o di un servizio.

Nella pratica il fornitore del prodotto o del servizio accredita l’aliquota al cliente e successivamente la versa attraverso il modello F24.

Attualmente l’aliquota in Italia è pari al 22% ma esistono anche aliquote ridotte del 4% e del 10% che vengono applicati a beni di prima necessità.

Casi eccezionali

La normativa italiana prevede che alcuni prodotti hanno una diversa aliquota (tabella A parte II, parte II-bis e parte III del DPR n. 633/1972):

  • 4% per alimentari, bevande e prodotti agricoli;
  • 5% per alcuni alimenti;
  • 10% per la fornitura di energia elettrica e del gas per usi domestici, i medicinali, gli interventi di recupero del patrimonio edilizio per specifici beni e servizi.

Quando non si applica l’IVA

Esistono alcuni casi particolari, previsti dalla legge, in cui l’imposta non è applicabile.

Il primo caso è quello delle operazioni non imponibili: quando è difficile identificare la nazionalità.

Il secondo caso è quello delle operazioni esenti: valido per il calcolo degli introiti ma non per la detrazione.

Infine le operazioni escluse: ad esempio, le cessioni di denaro o di crediti, campioni gratuiti, valori bollati, etc.