Passa al contenuto principale

Factoring

Il factoring è un tipo di contratto che consente ad un cedente (spesso un imprenditore) di accordare tutti i crediti dell'impresa (presenti e futuri) ad un professionista (factor).

Il factor si impegna, dietro una percentuale sui guadagni, a fornire i seguenti servizi:

  • contabilità;
  • gestione di tutti i crediti vantati dall'imprenditore;
  • riscossione di tutti i crediti vantati dall'imprenditore;

La cessione dei crediti può avvenire in due modi diversi:

  • pro soluto: il factor si assume il rischio di insolvenza dei debitori anticipando l'importo al netto degli interessi e delle commissioni e spese concernenti l’operazione, di uno scarto di garanzia. In caso di inadempimento verserà al venditore (partita IVA) il corrispettivo pattuito;
  • pro solvendo: resta in capo al cliente venditore il rischio dell'eventuale insolvenza dei debitori ceduti.

tipologie

Una partita IVA vende i crediti presenti e futuri scaturiti dalla propria attività ad un altro soggetto professionale (factor) che ha l'obbligo di fornire una serie di servizi combinati sulla base delle richieste e delle esigenze del venditore (partita IVA).

In base allo scenario di prosoluto e/o di pro solvendo abbiamo le seguenti tipologie:

  • Full Factoring: acquisto su base continuativa dei crediti commerciali dei clienti, il factor affianca l’impresa nella gestione e nel finanziamento del capitale circolante;
  • Maturity Factoring: pagamento dei crediti ceduti in una data prefissata o alla scadenza dei crediti stessi;
  • International Factoring: rivolto a clienti e debitori in Paesi differenti e per operazioni di import e export;
  • Reverse Factoring: il debitore (rande azienda o la Pubblica Amministrazione) permette ai propri creditori (piccole imprese) di ottenere tempi di pagamento rapidi.