Canale di invio e ricezione
accreditato SdI.
Sistema di Interscambi
Telefono
+39.06-40402261

Autofattura elettronica

Nuove tipologie documentali

Avvisi per le partite IVA

Autofattura elettronica

Nuove tipologie documentali

Avvisi per le partite IVA

Gentile Utente.

 

Fattura24 ha il piacere di comunicare che è ora disponibile tra i suoi servizi (a partire dall’abbonamento Professional), in via sperimentale, anche la possibilità di creare la nuova tipologia di documento costituita dalle autofatture elettroniche per conto fornitore.

 

Si tratta di quella tipologia di documento che, in certi casi previsti dalla legge, il contribuente, a seguito ad esempio della ricezione di particolari fatture d’acquisto (come quelle ricevute da fornitore estero UE), deve o può emettere, in quanto cessionario/committente, per conto dello stesso fornitore, al fine, generalmente, di regolarizzare la situazione IVA.

 

I nuovi tipi documento introdotti saranno, in particolare, i TD16, TD17, TD18, TD19, TD20.

 

La nuova classe documentale è disponibile nella sezione Autofatture fornitore all’interno di Altri documenti del menu principale di Fattura24.

 

In questa nuova sezione, dopo aver generato l’autofattura elettronica, potrete:

  1. scaricare il relativo file XML non firmato da Fattura24 e poi emetterlo ed inviarlo autonomamente tramite il servizio web dell’Agenzia delle Entrate, accedendo, sempre autonomamente, nella sezione Fatture e Corrispettivi del sito web della stessa Agenzia (ed eventualmente, finendo di completare lì l’autofattura se necessario);
  2. in alternativa, utilizzare il servizio di invio diretto al Sistema di Interscambio, ma, tenuto conto della novità e complessità della fattispecie, solo se e fino a quando Fattura24 riterrà di poterlo erogare.

 

Nel caso b), dopo che avrete utilizzato la funzione Invia a Sdi cliccando sull’apposito bottone, il relativo file XML che sarà creato e inviato al Sistema di Interscambio avrà le seguenti caratteristiche: Fattura24 risulterà come trasmittente, Voi risulterete come Terzo Emittente, mentre la tipologia di emittente sarà CC (Cessionario Committente, in riferimento a Voi). Fattura24 firmerà digitalmente l’autofattura all’esclusivo fine di attestazione dell’integrità del documento e dell’autenticità dell’origine da Fattura24 quale trasmittente/sistema di emissione.

 

In relazione alla funzione Invia a Sdi, la delega a suo tempo da Voi (quali UTENTI di Fattura24) rilasciata a Fattura24 per l’invio delle fatture elettroniche al Sistema di Interscambio, deve essere da ora considerata, naturalmente, estesa anche alle autofatture/integrazioni elettroniche (anche in deroga, quindi, a eventuali previsioni contrarie eventualmente presenti nelle Condizioni di Contratto vigenti all’epoca della Vostra adesione).

 

Ci preme rammentare che questo particolarissimo tipo di documenti prevede, come noto, che il cedente/prestatore, all’interno del documento XML, sia il fornitore, e, dunque, un soggetto terzo rispetto al rapporto tra voi, quali UTENTI del gestionale, e Fattura24.

 

Pertanto, trattandosi di documenti molto delicati, si ricorda che in Fattura24 potrete creare e/o inviare un’autofattura elettronica per conto del vostro fornitore solo se l’emissione dell’autofattura è prevista e consentita dalla legge e solo se, ove richiesto dalla legge, abbiate ottenuto il previo consenso da parte dello stesso fornitore. Naturalmente, Fattura24 non potrà essere responsabile dell’eventuale violazione di tali obblighi.

 

Attualmente, e per i prossimi tempi, non potranno essere create autofatture elettroniche con presenza di contributi previdenziali o di ritenute.

 

Il regime fiscale RF del cedente/prestatore (il fornitore) sarà impostato di default con il valore RF18 – Altro; se vorrete cambiarlo, con uno degli altri valori previsti dall’Agenzia delle Entrate, dovrete farlo direttamente nella scheda-contatto del fornitore in Rubrica, utilizzando l’apposita funzione contenuta nella sotto-sezione SDI sotto il titolo Parametri per autofatture per conto fornitore.

 

L’unica valuta ammessa nella predisposizione dell’autofattura è l’euro (€).

 

Si raccomanda infine, quantomeno per i primi tempi e per le prime autofatture che andrete a creare, tenuto conto della sostanziale novità del tipo di documento in questione per l’Italia, di far sempre visionare le bozze/anteprime del file XML al vostro commercialista prima dell’effettivo invio all’Agenzie delle Entrate.

 

Per informazioni sulle caratteristiche della nuova tipologia di documenti in questione, v. la nostra Guida al seguente link: clicca qui.