Verifica della Partita IVA

In questo articolo vedremo come procedere per il controllo e verifica della partita IVA.

Leandro D'Addario Leandro D’Addario

La Partita IVA è un codice univoco assegnato ai soggetti che esercitano un’attività commerciale che abbia rilevanza ai fini IVA. Tutti i soggetti che svolgono attività commerciale abituale nell’ambito dell’Unione Europea, e che quindi sono soggetti alla tassazione fiscale indiretta, sono riconoscibili tramite tale codice, composto da una sigla indicante lo stato di appartenenza (ad esempio IT per l’Italia) seguita da una sequenza numerica o alfanumerica secondo la Nazione.

In Italia la partita iva è composta da undici caratteri numerici, a differenza del codice fiscale che è invece composto da sedici caratteri alfanumerici ed è rilasciata dall’agenzia delle entrate previa richiesta, nel momento in cui viene aperta la posizione IVA, come descritto nel Decreto del Presidente della Repubblica n° 404 del 2001. La partita iva assegnata al richiedente è valida su tutto il territorio nazionale e rimane valida per tutto il periodo di svolgimento dell’attività.

In fase di fatturazione, ad esempio, è molto importante il controllo e la verifica della partita IVA, essendo essa un modo univoco di individuare il soggetto ai fini della tassazione.

Vediamo nel dettaglio quali sono le parti che costituiscono questo identificativo e come poter effettuare la verifica della partita IVA, per essere sicuri di non inserire un valore non corretto in fattura (o su altri documenti contabili).

Come già specificato si tratta di un codice a undici cifre numeriche (in Italia), preceduto dall’identificativo della Nazione.
Ad esempio:
IT 11359591002

Possiamo individuare i seguenti raggruppamenti:

  • IT, per l’indicazione della Nazione.
  • 1135959, le prime sette cifre costituiscono il numero di matricola assegnato dall’ufficio provinciale di pertinenza e, di fatto, è un numero incrementale (si incrementa di uno il valore del precedente identificativo assegnato).
  • 100, le cifre dalla otto alla numero dieci rappresentano il codice dell’ufficio provinciale del fisco che ha rilasciato il numero di matricola e, in genere, corrispondono al codice ISTAT della provincia di pertinenza.
  • 2, l’ultima cifra viene detta “carattere di controllo” e serve per verificare la correttezza delle precedenti dieci cifre.

Poiché il numero di matricola è di pertinenza provinciale, può accadere che siano emesse due partite iva con la stessa matricola che tuttavia si differenziano per il codice dell’ufficio provinciale (caratteri da otto a dieci).

Casi particolari sono rappresentati dai codici 999 (soggetti non residenti che richiedono registrazione direttamente in Italia) e 888 (per i soggetti che operano in regime di franchigia).

Il controllo che possiamo fare per la verifica della partita IVA, riguarda la corretta composizione del codice stesso, ma non la sua esistenza.

Partiamo dal codice che si riferisce alla partita IVA di Fattura24: 11359591002.

Per verificare la correttezza di questo identificativo, prendiamo le prime 5 cifre in posizione dispari e il carattere di controllo (evidenziate in grassetto) ed eseguiamo la somma.
A=1+3+9+9+0+2=24

Calcoliamo successivamente la somma dei doppi delle cifre in posizione pari. Ad ognuna di esse, se il valore supera il 9, andrà sottratto 9.
B=(1*2)+((5*2)-9)+ ((5*2)-9)+(1*2)+(0*2)=6

A questo punto andiamo a sommare i due valori (A+B) ed vediamo quanto vale il modulo 10 di tale valore
C=(24+6) mod 10=30 mod 10=0

Il valore restituito dal calcolo è 0. Questo ci conferma che la verifica della partita IVA di Fattura24 è terminata correttamente. Se il risultato fosse stato un numero maggiore di zero, ciò avrebbe indicato un errore nella partita IVA soggetta a controllo.

Questo è l’unico controllo formale che noi possiamo effettuare sulla partita IVA, poiché essendo emesso un numero di matricola, non ci è possibile verificarlo.

Esistono tuttavia degli strumenti che la stessa agenzia delle entrate ci fornisce per la verifica della partita IVA e per verificarne l’esistenza.

  • Per la verifica delle partite IVA italiane:
    https://telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaPIVA/Scegli.do?parameter=verificaPiva
  • Per la verifica delle partite IVA comunitarie:
    http://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/vies/vies.htm
  • Per la verifica del codice fiscale:
    https://telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaCF/Scegli.jsp
Vuoi gestire le Fatture senza impazzire?
Fattura24 è la soluzione che fa per te!
Più di 50.000 P.IVA hanno risolto i loro problemi scegliendo Fattura24.

Questo articolo ti è piaciuto? Aiutaci a farlo conoscere