Super Ammortamento al 140% – cosa cambia per il 2017

Super ammortamento al 140%. La finanziaria 2017 conferma lo strumento di deducibilità fiscale degli ammortamenti introdotto nel 2016.

Leandro D'Addario Leandro D’Addario

Super Ammortamento al 140%. Come abbiamo visto con la finanziaria 2016, il super ammortamento al 140% altro non è che uno strumento di deducibilità fiscale che permetteva di “gonfiare” i costi dell’ammortamento per alcune tipologie di beni ai fini fiscali, riducendo così l’entità delle tasse da pagare.

Questa possibilità era stata introdotta per invogliare le aziende a compiere nuovi investimenti e come misura di rilancio dell’economia.

Lo scorso anno abbiamo visto come si potesse, ad esempio, applicare questa tipologia di ammortamento per l’acquisto di un veicolo aziendale. Chi volesse può trovare l’articolo qui, pur sapendo che per l’anno corrente la finanziaria 2017 ha introdotto dei vincoli proprio in merito all’acquisto dei veicoli aziendali.

Il super ammortamento al 140%, permette di fatto di pagare le imposte su una base imponibile inferiore grazie alle deduzioni consentite dalle quote ammortamento che sono soggette a un “incremento”, ai fini fiscali, di un 40% (140%) rispetto all’effettivo valore del bene acquistato.

Per l’anno corrente la finanziaria 2017 conferma la possibilità di usufruire dei vantaggi del super ammortamento al 140% introdotti nel 2016, ma con delle modifiche. Vediamo di cosa si tratta.

Bisogna evidenziare che per il nuovo periodo di imposta è stata eliminata la possibilità di avvalersi del super ammortamento al 140% per:

  • Le auto aziendali acquistate per uso promisquo, ovvero non strettamente legato all’esercizio dell’attività di impresa;
  • Le vetture concesse in uso al personale dipendente.

Per il 2017, in materia veicoli aziendali, è possibile quindi usufruire del super ammortamento al 140% solamente per le auto acquistate in uso esclusivo all’attività imprenditoriale.

Una novità introdotta per quest’anno consiste invece nella facoltà di applicare questa tipologia di ammortamento anche ad una particolare tipologia di beni immateriali: i software.

Tale agevolazione è tuttavia soggetta al vincolo che tali software siano parte integrante di una “trasformazione tecnologica in chiave Industria 4.0”. In pratica per beneficiare dell’ammortamento al 140% sui software, in chiave 2017, sarà necessario predisporsi ad effettuare un investimento secondo quanto dettato dal piano indurtia 4.0.

In tali tipologie di investimento rientrano, ad esempio:

  • I beni strumentali controllati, azionati e/o gestiti da sistemi computerizzati o da sensori;
  • I sistemi inerenti il quality assurance e la sostenibilità;
  • I dispositivi e i sistemi per l’interazione uomo-macchina e per il miglioramento di ergonomia e sicurezza sul posto di lavoro.

Tali tipologie di investimento (quelle dettate dal piano “Industria 4.0”) sono le stesse che permettono di usufruire di una grande novità introdotta dalla finanziaria 2017, ovvero del’iper ammortamento al 250%.

Semplificando, quindi, è possibile applicare l’ammortamento al 140% sui software collegato all’utilizzo di beni, sistemi e dispositivi che rientrano nel piano industria 4.0 e che quindi possono usufruire di un iper ammortamento al 250%.

Per il 2017, il super ammortamento al 140%:

  • Non è apllicabile ai beni immateriali, fatta eccezione dei software collegati all’espletamento del piano industria 4.0;
  • Non è attuabile sui beni con coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5%;
  • Non rileva ai fini degli acconti;
  • Non è rilevante ai fini IRAP e studi di settore.
Vuoi gestire le Fatture senza impazzire?

Fattura24 è la soluzione che fa per te!
Più di 50.000 P.IVA hanno risolto i loro problemi scegliendo Fattura24.

Questo articolo ti è piaciuto? Aiutaci a farlo conoscere