Iper Ammortamento al 250% – cos’è e come funziona

Iper Ammortamento al 250%. La Legge di Bilancio 2017 prevede un nuovo pacchetto di agevolazioni in chiave “Industria 4.0”.

Leandro D'Addario Leandro D’Addario

Iper Ammortamento al 250%. Si chiama così la nuova agevolazione fiscale prevista dalla Legge di Bilancio 2017.

Si tratta di uno strumento applicabile su alcuni beni ammortizzabili, vedremo quali, seguendo alcune modalità operative, che tratteremo di seguito.

Parliamo innanzitutto del nuovo piano “Industria 4.0”. Si tratta di un intervento del governo per tentare di “aggiornare” il settore industriale alle nuove tecnologie attraverso lo strumento di investimenti nell’innovazione e dello sviluppo di competenze specifiche per il triennio 2017-2020.

Al seguente link è visionabile un’interessante presentazione che riguarda la manovra evidenziando anche le manovre di altri Paesi nel mondo che si stanno muovendo verso l’Industria 4.0.

Si parla quindi di “4° rivoluzione industriale” e i benefici attesi dal nuovo piano ruotano intorno ai 5 pilastri di Flessibilità, Velocità, Produttività, Qualità e Competitività del prodotto (rif. Slide 5 di cui sopra).

In questo contesto il governo vuole agevolare quegli imprenditori che intenderanno fare investimenti in chiave di modernizzazione tecnologica e ha per questo previsto, insieme ad altre agevolazioni, lo strumento dell’Iper Ammortamento al 250%. Vediamo di cosa si tratta.

L’Iper Ammortamento al 250% punta ad incentivare i nuovi investimenti nei settori industriali 4.0 e permette di ammortizzare gli investimenti effettuati nei settori di alta innovazione al 250% dell’investimento stesso.

E’ possibile usufruire dell’iper ammortamento al 250%:

  • Fino al 30/06/2018;
  • Con un acconto superiore al 20% del bene acquistato e versato entro il 31/12/2017.

Chi può servirsi dell’ammortamento al 250%? E’ possibile utilizzare questo strumento di agevolazione fiscale alle imprese che operano nei settori industriali quali Robotica, Big Data, Sicurezza Informatica, Nanotecnologie, Meccatronica, Stampa 3D, Sviluppo di materiali intelligenti e Internet ed è possibile sfruttarlo su:

  • Investimenti tecnologici;
  • Impianti di ottimizzazione e miglioramento dei consumi energetici;
  • Agrifood.

Per tutti i dettagli si può consultare la documentazione sul sito www.infoparlamento.it, ad esempio:

  • A pagina 217 di questo documento, si parla di cos’è l’Iper Ammortamento al 250%;
  • Nella seconda parte a pagina 237 si elencano i “Beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello « Industria 4.0 »”.

Qualcuno potrebbe ora chiedersi “Perché dovrei ammortizzare i beni acquistati al 140% se posso farlo al 250%?”. Cerchiamo di fare chiarezza.

Le principali differenze le riassumiamo così:

Ne deriva che la differenza sostanziale tra i due tipi di ammortamento risiede nel fatto che mentre per il super ammortamento al 140% si parla di beni strumentali all’attività di impresa in generale (fatta eccezione pe ri software), per l’iper ammortamento al 250% vi è il vincolo di operare nel cosiddetto settore dell’Industria 4.0 che per sua natura è altamente innovativo.

Per le partite IVA e in generale i piccoli imprenditori che non operano nei settori innovativi “Industria 4.0” l’unica modalità di ammortamento attuabile, se si hanno i requisiti, sarà quindi quella del super ammortamento al 140%.

Per ogni dettaglio sul super ammortamento al 140% potete leggere il nostro articolo qui.

Vuoi gestire le Fatture senza impazzire?

Fattura24 è la soluzione che fa per te!
Più di 50.000 P.IVA hanno risolto i loro problemi scegliendo Fattura24.

Questo articolo ti è piaciuto? Aiutaci a farlo conoscere